Resta aggiornato sulle novità
Sostieni il Centro
MICAT·IN·VERTICE
Crescita Personale e Formazione Spirituale verso la Realizzazione del SÉ
il web journal del Centro MareNectaris
La Legge di Risonanza
IO·SONO·ORIGINE - nuova edizione cartacea
un libro di Giulio Achilli
Il Processo di Accettazione
clicca qui per i dettagli sul percorso

Volontà, Selezione, Concentrazione – parte III

Osservazione, il PASSO·1: la mente quieta il suo guazzabuglio inutile volteggiante intorno al nulla, quando è posta sotto Osservazione. Ovvero, la mente si quieta quando nello scenario irrompe qualcosa di diverso, qualcosa che prima non era stato invocato a comparire, che osserva il fluire ordinario dei pensieri ed esercita null’altro che questa facoltà di Osservazione, senza «fare» altro. I dettagli del PASSO·1 sono in questo documento.

Potere di Selezione, il PASSO·2: invece di restare narcotizzati in un fluire di pensieri senza controllo, dopo aver posto sotto Osservazione il funzionamento della mente esercitiamo la facoltà di selezionare deliberatamente, all’interno del flusso dei pensieri, un pensiero preciso, quello scelto da noi. Non ha importanza quale scegliamo, ha importanza esercitare la facoltà di selezione, ovvero prendere un pensiero e lasciarne andare un’altro. Questa pratica ci porta armoniosamente alla comprensione che io non sono una vittima sacrificale di cataclismi mentali incontrollati ed auto-generati per abitudine. IO ho il Potere di Selezione su ciò che si muove nel mio Veicolo Mentale. Ma questo Potere deve essere esercitato, altrimenti non è attivo. I dettagli del PASSO·2 sono in questo documento.

Ora è il momento di esaminare ed approfondire il PASSO·3 di questo Esercizio di Lavoro Interiore sul Veicolo Mentale.

Che cosa significa esercitare il Potere di Selezione? Esaminiamo questo aspetto con un dettaglio maggiore. Selezione è scelta, ovvero prendo una cosa e ne lascio andare un’altra. Dietro questo semplice processo, quindi, che cosa si sta muovendo? Che cosa sta operando in modo Yin, silente, eppure decisivo? Che cosa mi porta a selezionare una cosa e lasciarne andare miriadi di altre? Perchè scelgo quella cosa e non un’altra?

E’ evidente che il Potere di Selezione, così come inteso nel PASSO·2, è una facoltà del Guidatore della meravigliosa struttura psico-fisica che noi siamo. Perchè appartiene al Guidatore? Perchè questo Potere giace costantemente narcotizzato, esattamente come il Guidatore stesso. Nel momento in cui questo Potere viene deliberatamente risvegliato, e questo è esattamente uno degli scopi dell’Esercizio, si risveglia conseguentemente la parte di noi stessi che lo esercita: l’Individualità; il vero IO; quell’indefinibile parte di noi stessi elevata, superiore, Solare, permanente. Non è possibile esercitare il Potere di Selezione sui pensieri che affollano il Veicolo Mentale se non si risveglia entro un certo grado chi davvero, dentro di noi, ne ha facoltà di esercizio.

Ma il Potere di Selezione, che è l’aspetto Yang del processo, può essere esercitato perchè viene alimentato da una facoltà ben precisa, da una Energia ben precisa, che sorge ancora prima di esso, e ne pilota i risultati. Questa facoltà, questa Energia misteriosa, che non è distribuita casualmente sull’umanità da un passino di zucchero a velo, ma è retaggio di ogni essere umano di questo pianeta meraviglioso, è l’Energia dell’INTENTO.

L’Intento è l’Energia che alimenta il Potere di Selezione. L’Intento è l’Energia che riesce a sostenere la posizione dell’Osservatore. Fino a quando Intento sostiene queste facoltà, esse possono operare e dispiegarsi. Quando questa Energia viene meno, per molteplici ragioni, parte il pilota automatico; riparte la deriva inerziale; viene ripristinato il consumo energetico di crociera, ovvero lo stretto necessario per la sopravvivenza della Personalità.

Quindi, il PASSO·3 dell’Esercizio che stiamo esaminando è diretta conseguenza dei primi due passi, e di fatto è sempre stato silenziosamente operativo nello scenario. Del resto, non potrebbe essere altrimenti: non è possibile spostarsi e rimanere nella posizione dell’Osservatore senza il sostegno dell’Intento; non è possibile esercitare il Potere di Selezione senza Intento, perchè è proprio Intento che in modo silente e nascosto permette ed esercita la selezione.

PASSO•3: continuando a selezionare deliberatamente – nel flusso dei pensieri che stiamo osservando – ogni singolo pensiero che vogliamo permanga alla nostra Attenzione, divenire sempre più coscienti che ogni nostra selezione origina da INTENTO. Ogni volta che selezioniamo deliberatamente un pensiero, Sentire che è INTENTO che determina e fissa questa selezione. Muovere quanto più profondamente possibile verso la percezione dell’Energia dell’Intento in noi stessi.

L’idea piuttosto peregrina che molti esseri umani auto-fissano in sè stessi per giustificare alla loro percezione annebbiata la propria debolezza è quella di non essere dotati di Volontà; di non essere in grado di esercitare INTENTO. Questa idea è ridicola; è uno spasmo medioevale che non ha nulla a che vedere con la natura umana nel suo aspetto Solare, ed è un relitto educativo di strutture tribali inadeguate al compito meraviglioso che è stato assegnato all’organismo Umanità. Qualsiasi essere umano che si alzi a sè stesso e reclami interiormente il sorgere della Forza dell’Intento, scopre ben presto che è soltanto la sua debolezza inerziale che gli ha impedito finora di reclamare questa Energia, e di esercitarla per la sua propria Evoluzione. Non vi è mai stata assenza di Intento in un essere umano: vi è soltanto stato l’esercizio indulgente di questa Energia in manifestazioni inutili e non in accordo con l’Evoluzione.

Intento è una Forza che va percepita dentro di sè: mentre sorge, mentre esercita il suo Potere di generare Emanazioni. Occorre cominciare da piccole mosse, come questo semplice Esercizio di Lavoro Interiore, e poi proseguire verso la sacra direzione di far scaturire il proprio mondo esteriore da una deliberazione interiore, invece di vivere come conseguenze mosse da altrui decisioni esterne, quindi altrui Volontà. Il paradigma deve essere completamente invertito: e per questa ragione, occorre Sentire in noi stessi, non limitarsi alla letteratura, l’operato della Forza che è in grado di invertirlo; occorre stimolare il suo funzionamento. Perchè stimolare il suo funzionamento significa rianimare il Guidatore, che è sempre esistito, e che viaggia nelle ere proprio perchè il suo Destino è essere rianimato e risvegliarsi a sè stesso.

Selezionare il flusso dei propri pensieri in questo modo ci porta nella direzione ben riassunta da Ernest Wood nel suo libro Concentrazione, ispiratore di questo Esercizio di Lavoro:

Da questo esperimento mentale otterremo un nuovo senso di potere, che è il potere della Concentrazione operato dalla Volontà. Otterremo anche una nuova conoscenza ed esperienza di «Io». Un terzo guadagno è quello di aver imparato come pensare, come spiegherò più ampiamente in seguito.

Quell’«Io» a cui accenna Ernest Wood è il Guidatore. La nostra Individualità. Il vero IO. Il profondo miracolo senza forma oltre qualsiasi parola, che comincia a palesarsi, e ad entrare nella Concentrazione attraverso il suo Intento.

[ ..continua.. ]

Condividi questo contenuto su:
Nella Biblioteca di MareNectaris
Concentrazione
di Ernest Wood
Un corso pratico con supplemento sulla Meditazione
La nostra mente è un meraviglioso veicolo di creazione, esplorazione e comprensione della Realtà. Questo libro di Ernest Wood introduce ed approfondisce alcuni assiomi fondamentali necessari al pieno sviluppo di questo strumento, in un percorso costituito da contenuti teorici, esercizi pratici, ed una progressiva coltivazione degli stati interiori cardinali di questa riconquista: la Concentrazione, la Meditazione e la Contemplazione.

La Legge di Risonanza
di Giulio Achilli
IO·SONO·ORIGINE - nuova edizione cartacea
La Legge di Risonanza è una delle Leggi Spirituali Fondamentali del nostro Universo meraviglioso. Essa determina con precisione assoluta che cosa un essere umano raccoglie dalla sua propria semina, perchè ogni nostro raccolto è il frutto non eludibile di una semina che parte da noi. Questo libro, in una nuova edizione cartacea, espande ed approfondisce il testo completo del film-documentario prodotto dal Centro MareNectaris; ed ha l'Intento di presentare al lettore un sentiero di comprensione di questa Legge, e una modalità operativa di accordo al suo funzionamento. Per costruire una Vita migliore, più creativa, più equilibrata, più serena, e pienamente integrata nel tessuto della propria intima Ricerca Spirituale.

Una Luce nei momenti di crisi
di Giulio Achilli
Un percorso di Alchimia operativa in 16 Passi per trasformare il Piombo delle avversità in ORO di Crescita Personale e Spirituale
Questo libro ha l'Intento di aiutarti nella navigazione di un momento di crisi o di avversità che puoi stare attraversando nella Vita. Ti darà una carta per orientarti, per avere delle indicazioni su come agire, cosa Sentire, cosa coltivare per uscirne fuori: il Percorso di Alchimia operativa in 16 passi, profondamente radicato negli Insegnamenti Spirituali della Scienza Iniziatica, che potrai seguire nel tuo quotidiano in modo trasparente, silenzioso e concertato.
Per uscire dalla crisi più forte, più saggio, più potente, più amorevole di quanto tu ora possa immaginare. Per uscire dal buio, e muovere verso il Mare della Serenità, e della Pace nel Cuore.

La Disciplina del Diario
di Giulio Achilli
Uno strumento fondamentale nella comprensione di noi stessi e del nostro Sogno Personale
Vai alla pagina ufficiale dell'opera
NOTA: Il libro è disponibile in un agile ed elegante formato cartaceo ~ clicca qui per maggiori dettagli.
Il nostro Diario, se tenuto nel modo opportuno, diviene un autentico faro di Luce gettato sulla nostra struttura psicologica, e ausilio fondamentale nella comprensione di ciò che siamo diventati e nella costruzione del nostro Grande Sogno Personale. In questo libro vengono descritte alcune indicazioni su come rendere il nostro Diario un alleato fondamentale della nostra Crescita Personale.

Vademecum per disperdere le tenebre
di Giulio Achilli
Proteggi la tua Energia Vitale dalla predazione degli Indesiderabili
Vai alla pagina ufficiale dell'opera
Il modo in cui gestisci le emozioni reattive dentro di te è più importante di quanto tu possa credere. Perchè le tue emozioni reattive sono esattamente l'Energia Vitale di cui si nutrono le forze delle tenebre; le forze dello Sfidante.
Questo documento è un compendio di come disperdere le tenebre smettendo di produrre Energia Vitale per il loro sostegno; insieme ad alcune indicazioni pratiche per interrompere questo processo.

Documento precedente

Proposte dalle produzioni del Centro

di Giulio Achilli
Entrare nella Coscienza e nella Presenza di Vita profondamente in sè stessi

di Giulio Achilli
Guarire e purificare Anima in accordo alla Vita

IO·SONO·ORIGINE - il sito ufficiale del film-documentario

di Giulio Achilli
Espandere e liberare la nostra creatività personale e spirituale

di Ralph Waldo Emerson
La Legge di Compensazione - traduzione in italiano

di Giulio Achilli
L'esperienza quotidiana di una pratica spirituale fondamentale

di Giulio Achilli
Condurre la mente verso il Silenzio attraverso le Percezioni del Mondo

di Giulio Achilli
Chi sta usando la tua mente? ~ nuova edizione cartacea

di Giulio Achilli
La pratica della Decantazione: ritornare centrati, energizzati e focalizzati tra i nostri impegni quotidiani



Disclaimer

- Privacy policy

- Cookie policy

- info AT marenectaris DOT net