Proxima - Laboratorio di Meditazione e di esplorazione del Sogno Personale a Roma

C’hi – L’Energia della Vita

documento pubblicato nella categoria Ch'i - Energia della Vita.
Le condivisioni sono disabilitate. Puoi fare un trackback dal tuo sito.

Ideogramma cinese per il C'hiTutte le tradizioni di Crescita Personale nate in ogni parte del mondo nel corso del tempo hanno sempre posto come uno dei fondamenti del loro peculiare Sistema lo studio di quel qualcosa di ineffabile, eppure così presente, che sottende ogni cosa vivente e inanimata. Qualcosa che non può essere direttamente misurato con meccanismi umani, eppure può essere percepito nelle sue manifestazioni correlate. Qualcosa che non può essere definito in alcun modo, eppure può essere alimentato, raffinato, purificato, fino ad essere messo a disposizione delle nostre più alte aspirazioni deliberate.

Qualcosa che è, di fatto, l’unità di misura e lo stato costitutivo fondamentale di qualsiasi cosa: Energia.

Ogni tradizione ha usato differenti nomi per identificare questo mattone fondamentale dell’Universo. Ciò non deve nè sorprenderci, nè confonderci, perchè il nome non ha alcuna rilevanza. Ciò che più conta, come sempre, è la percezione diretta, ovvero l’Azione conforme, che ci spinga a percepire prima in noi stessi, poi ovunque intorno a noi, questa ineffabile corrente all’opera, invisibile alla radiazione elettromagnetica a cui gli occhi sono sensibili, eppure attiva in modo vibrante e ininterrotto, in noi e al di fuori di noi. Questo insondabile fluire, inaudibile alla radiazione elettromagnetica a cui le orecchie sono sensibili, eppure risuonante in tutto ciò che esiste.

Pur con qualche piccolo distinguo dovuto esclusivamente a ragioni di carattere semantico, ecco che per la tradizione degli antichi greci questa Energia prende il nome di Pneuma, che diventa Spirito nel passaggio al latino. La tradizione dello Yoga, già duemila anni, duemila anni, prima di Cristo, fonda la sua ricerca e le sue pratiche nello studio di questo principio sottile identificato con il termine Prana. Mentre il Taoismo, già mille anni prima di Cristo, fonde le sue conoscenze ancora più antiche in un corpus di testi memorabili, dai quali emerge il termine Qi, translitterato in varie forme, come Ki, oppure C’hi, in dipendenza di luoghi, tempi e differenti sintassi.

Tutti questi termini hanno un preciso significato comune, che dunque trascende il termine stesso: Soffio Vitale; Vita; Respiro. Questo correlato di fondo in tutti questi termini valica ogni latitudine e ogni tradizione, e ne riunifica il senso comune in una serie di assiomi fondamentali; da essi, noi possiamo partire per creare e far crescere insieme un vocabolario comune di comprensione su un fenomeno che rappresenta il fondamento di ogni cosa, e dunque anche il fondamento della nostra Crescita Personale.

Naturalmente, non è possibile studiare in profondità contemporaneamente ogni aspetto di questo mattone fondamentale così come è stato studiato, descritto e manifestato in tutte le tradizioni del mondo. Deve essere compiuta una scelta di priorità su una sola tradizione e una sola direzione, che solo apparentemente taglierà fuori le altre; altrimenti, non si potrà mai raggiungere un grado di fusione nell’Essere tale da divenire semi-permanente, e dunque utilizzabile. Dopo un certo tempo, sarà possibile integrare altri studi ed altre Discipline di altre tradizioni, perchè se ne coglierà con maggiore chiarezza il carattere fondamentalmente unificante che le accompagna tutte.

Nel Sistema di MareNectaris, la scelta di priorità è stata lo studio di questo fondamento dell’Universo secondo i canoni e le Discipline del Taoismo; e dunque, da questo momento in avanti, in questo contesto utilizzeremo il termine C’hi per riferirci alla nostra Energia Interiore, che come ormai sappiamo deve essere raffinata, purificata ed alimentata in un certo modo per poter consentirci di proseguire in modo armonioso il nostro cammino di Crescita Personale.

Tale scelta di priorità è chiaramente legata alla sola personale Risonanza con i termini, gli argomenti e le Discipline che il Taoismo ha creato e diffuso nel tempo: non ci sono ragioni di carattere dualistico alla base di questa scelta, come giusto o sbagliato, adatto o inadatto, migliore o peggiore. Si tratta solo di un Sentire di predilezione. Un Sentire di predilezione che ogni essere umano deve coltivare in sè stesso e poi esprimere con chiarezza e decisione secondo la propria unicità, perchè alla fine non importa quale sia la scelta, purchè la direzione sia il Sole.

Il C’hi è l’Energia della Vita. Il suo stato rappresenta lo stato vitale di qualsiasi cosa. La sua quantità, il suo grado di purezza, ogni sua particolare raffinazione, la sua qualità, la sua intensità determinano lo stato vitale di ogni cosa, vivente ed inanimata.

Gli esseri umani hanno ricevuto in dono una possibilità meravigliosa: possono intervenire deliberatamente su questa loro Energia Interiore di cui sono costituiti, possono intervenire deliberatamente sul proprio C’hi, ed operare direttamente delle particolari raffinazioni di questa Energia che siano funzionali a scopi specifici. Questo ci è possibile a causa della nostra particolare struttura psicologica, ed in particolar modo grazie all’esistenza del nostro Centro Mentale: se appropriatamente disciplinato, il Centro Mentale può agire in sinergia evolutiva con il Centro Emozionale ed il Corpo Fisico per innescare e mantenere raffinazioni energetiche interiori verticalizzate a scopi che non siano meccanici, ma interiormente deliberati.

Queste particolari raffinazioni energetiche si realizzano di fatto attraverso tre Linee di Lavoro principali: la respirazione, il movimento e la visualizzazione. Seguite e praticate secondo particolari modalità che non sono nè un segreto nè una sconvolgente complessità, esse sono lo strumento fondamentale di sviluppo di questa Energia in un modo che sia funzionale ai nostri scopi. Questo è un punto assai importante da comprendere: il nostro C’hi non si sviluppa e non viene raffinato automaticamente dal nostro organismo nei suoi più alti picchi di possibilità e disponibilità; è necessario un Lavoro, altrimenti il suo stato di raffinazione e disponibilità si ferma ad un preciso livello, e poi comincia lentamente a regredire per mancato sviluppo.

Nella nostra Crescita Personale, che rappresenta uno dei nostri scopi deliberati, abbiamo ed avremo costantemente necessità di un certo tipo di Energia, e questa Energia non si produce da sola, attraverso i normali processi che avvengono nel nostro organismo. E’ necessario un Lavoro. Per questo, il Lavoro sul nostro C’hi rappresenta uno dei sostegni non differibili e non eludibili del nostro cammino.

Più il nostro C’hi è forte, intenso, vitale, più il nostro potenziale umano può crescere e svilupparsi. Il C’hi, la nostra Energia Interiore, è la base ed il fondamento di ogni cosa: l’espressione dei nostri Talenti; la possibilità di comprendere e di agire in modo conforme; vivere una Vita straordinaria; ritornare in Coscienza al Sè Divino; più il nostro C’hi è forte, raffinato in un certo modo e disponibile, più tutto questo diventa possibile. E per conseguenza, disperdere il C’hi significa disperdere la Vita, e dunque non avere sufficiente Energia per viverla nel pieno del nostro possibile potenziale.

Più il nostro C’hi è purificato e forte, più noi avremo un accesso stabile e deliberato a facoltà percettive sottili e a capacità creative che sono inaccessibili all’essere umano ordinario. L’ordinarietà, in questo caso, è una condizione assai misera e prosciugata: significa essere letteralmente affamati e assetati di C’hi, di Energia; al punto da cercarla ovunque, nel luogo più facile, e cioè fuori da noi stessi, e nel modo più facile, ovvero attraverso la predazione.

Per questo abbiamo una tremenda necessità di ritornare alla nostra Energia Interiore, al nostro C’hi, al nostro intimo ed unico Soffio Vitale, ed iniziare un serio, approfondito e lungo Lavoro di ridistribuzione, purificazione e di raffinazione.

Perchè senza Energia di un certo tipo, di una certa qualità e in una sufficiente quantità disponibile, l’Intento Deliberato e la Coscienza di Sè sono impossibili ed inaccessibili.

 
Il nostro meraviglioso Universo si dispiega maestoso in accordo ad una serie di Leggi Fondamentali.

Tra di esse, ne esiste una che definisce con magnifica semplicità quale tipo di Energia un corpo è in grado di assorbire dall'Universo in un qualsiasi istante t della sua esistenza. Il modello energetico che sottende questa Legge è molto semplice; ma le sue implicazioni sono così vaste, così importanti in tutti gli ambiti della nostra esistenza e del nostro personale Cammino, da meritare una attenta e profonda esplorazione: perchè l'operato di questa Legge è il maggior fattore determinante di ciò che accade, e accadrà, nella nostra Vita nella sua più completa totalità.

Questa Legge è conosciuta dalle Tradizioni Esoteriche con il nome di Legge di Risonanza.
Virtù Superiori è un libro in cui 36 Discipline di Potere, 36 attitudini interiori, si uniscono in forza coesiva per accordarsi ad uno scopo supremo, alla più grande e più straordinaria delle nostre possibilità: ritornare in Coscienza all'Essenza Interiore Reale che noi siamo veramente nelle nostre meravigliose profondità interiori. Ritornare in Coscienza al Sè Divino che noi siamo in Verità.
La Via del Ritorno al Sé Divino è un percorso di Crescita Personale che si muove in parallelo su differenti aspetti della struttura interiore di un essere umano. Uno di questi aspetti è la costruzione ed il radicamento di stati psicologici ben precisi, strutture emozionali di sapere, in grado di permettere ad un essere umano di reggere l'impatto che deriva dalla sua ascensione progressiva.
Queste strutture emozionali di sapere sono le Discipline personali contenute in questo libro. Il loro scopo è generare e liberare Energia di Coscienza, ovvero Energia necessaria ad alimentare e sostenere il viaggio di Ritorno al Sé Divino. Questo è il primo ed il più importante motivo per il quale esse sono state concepite, e vengono trasversalmente tramandate.
 
Ogni essere umano che appare in vita sul nostro meraviglioso pianeta Terra ha diritto ad una vita piena, felice, intensa, che gli permetta di esprimersi nella sua unicità irripetibile, che gli porti il dono della Saggezza, e che gli permetta di contribuire fattivamente al miglioramento delle condizioni di vita dell'intera comunità umana.
Questo diritto, questo naturale retaggio ad una vita maestosa, gli è stato offuscato.
Ma da che cosa? Che cosa si frappone tra noi e la vita che desideriamo, i sogni che vogliamo realizzare, la pace che desideriamo raggiungere?
 
 

Una Condivisione a “C’hi – L’Energia della Vita”

    […] marenectaris.net via Salvatore on […]