NOVITÁ VIA EMAIL 
SOSTIENI IL CENTRO 
CONTATTI 
Crescita Personale e Formazione Spirituale verso la Realizzazione del SÈ
NOVITÁ: La pratica della Meditazione ~ il manuale completo
Micat·in·Vertice
Il Blog del Centro MareNectaris
MareNectaris ~ Intento·Energia·Presenza

Esempio e Amore: la pedagogia migliore


Pubblicato in data 12/03/2019
Resta in aggiornamento con la nostra newsletter
Resta in aggiornamento

Come già abbiamo avuto modo di condividere nel video-percorso del Processo di Accettazione, le parole sono il mezzo di gran lunga meno efficace nella Pedagogia, che è l’arte di generare ORO negli esseri umani.

La Parola è un eccellente mezzo introduttivo ad una esperienza e ad una tecnica; come esseri umani, il nostro grado di Evoluzione ha preso una accelerazione enorme proprio grazie alla nostra capacità di trasferire informazioni attraverso questo mezzo. Ma l’inconveniente fondamentale della Parola nella Pedagogia è l’interpretazione personale e soggettiva che il destinatario compie rispetto al messaggio inviato dal mittente. Ovvero, è facilissimo, potremmo dire quasi certo, che il destinatario non afferri il messaggio del mittente, ma ne costruisca una sua personale interpretazione. Ma come impedirlo?

In pratica, in una interazione tra due persone basata soltanto sulla parola, il flusso di Energia è questo: il mittente invia un messaggio attraverso le parole; il destinatario riceve il messaggio, e lo interpreta sulla base del suo personale sistema interiore di interpretazione; il risultato può essere, e purtroppo spessissimo lo è effettivamente, la perdita sostanziale dell’informazione che il mittente desiderava trasmettere.

Quindi, se la Pedagogia si affidasse solamente alla Parola come mezzo di trasmissione di un insegnamento relativo a qualsiasi Disciplina dello scibile umano, sarebbe inevitabilmente destinata a produrre scarsi risultati. Se non c’è accordo di interpretazione, se non si condivide la stessa sintassi tra mittente e destinatario, la Parola è un mezzo che non sortisce alcun effetto. Questo Fatto Energetico è conosciuto dalla Scienza Iniziatica, ed è considerato un inconveniente verso cui prendere provvedimenti nella veicolazione del suo Insegnamento, proprio a causa di questo difetto.

Quindi, dato che un essere umano si trova sempre nella posizione di pedagogo di sè stesso, deve per forza trovare nuovi mezzi per veicolare a sè stesso un insegnamento che intende integrare; non può affidarsi soltanto alla Parola, e ai suoi correlati mentali, perchè altrimenti si porrebbe immediatamente in una posizione pedagogicamente svantaggiosa, e poco funzionale.

Mezzi più efficaci della Parola nella Pedagogia esistono, e sono sempre esistiti. Sono mezzi infinitamente più efficaci, ma infinitamente più impegnativi del mero aprire bocca. Un essere umano può parlare per anni di ciò che non è, dando persino l’impressione di esserlo. Utilizzando questi mezzi più efficaci, questa manovra è impossibile; nella loro pratica, o un essere umano è quello che trasmette, o essi ne mostrano il suo attuale livello.

I mezzi pedagogici più efficaci nello sviluppo integrale del potenziale umano, personale o volto all’aiuto di altri, sono Esempio e Amore. Non si tratta di parlare di qualcosa; si tratta di una manovra che si articola in due punti fondamentali.

1. E’ infinitamente più efficace mostrare qualcosa con l’Esempio, piuttosto che soltanto con le parole. Un esempio genera la sensazione tangibile che una cosa esiste ed è possibile, perchè la vedo in essere, o la sperimento dentro di me. Si può parlare di Meditazione o di realizzazione di obiettivi per tutta una Vita; ma quando un essere umano dimostra la Meditazione nel suo esempio, o realizza realmente obiettivi che poi il mondo può osservare e misurare pragmaticamente, allora questo processo genera in altri la sensazione di possibilità, che nella Pedagogia è una delle cose più importanti dell’intero processo formativo.

2. Amore è componente pedagogica fondamentale: perchè un essere umano, noi compresi, possiamo fallire 10000 volte prima di riuscire. Un pedagogo che non ama, non può trasmettere nulla, nè a sè stesso nè ad altri, perchè diventa insensibile alle difficoltà, ed incapace di empatia. E’ assolutamente necessario sviluppare Amore verso sè stessi, in qualsiasi ambito pedagogico noi siamo; perchè senza Amore non perdoneremo mai, nè a noi stessi, nè agli altri, le nostre inevitabili sconfitte; e ci auto-distruggeremo nella critica e nel cinismo, che sono la voce dello Sfidante travestita da quella dei nostri genitori, o di qualche finto nemico di passaggio.

Certo, ci sarebbe moltissimo da esplorare ancora su questo tema; dare l’Esempio, infatti, non significa in alcun modo fare noi il Lavoro che devono fare altri. Così come amare non significa essere stupidi, o essere presi per i fondelli sull’altare del nulla che non ci riesco, o dei furbetti che va tutto bene comunque, anche se non lo faccio, ma se lo fai tu è meglio. I confini di questo documento ci permettono di esaminare soltanto gli aspetti principali di questi due requisiti fondamentali della Pedagogia, che sono comunque sufficienti a darci importanti indicazioni.

La Parola è un mezzo meraviglioso, che certamente deve essere utilizzato nella trasmissione di informazioni. Ma la Parola senza Esempio, e senza Amore, è come un tetto eretto su colonne di paglia: nessuno si riparerebbe sotto una costruzione del genere, all’aumentare dell’intensità degli Elementi. La Parola è più o meno semplice; Esempio e Amore sono infinitamente più impegnativi, nel sollevarsi del Tempio della Pedagogia; perchè richiedono COMMITMENT; perchè richiedono una profonda, inesorabile, incessante Disciplina.

La Pedagogia è l’arte di generare ORO negli esseri umani; se vogliamo generare ORO dalle riserve meravigliose che ci abitano, dobbiamo dare a noi stessi l’Esempio, ed amarci nonostante ogni possibile caduta, per rialzarci e fare ancora un altro passo. Senza la coltivazione di queste attitudini, tutte le parole dei Libri Sacri del mondo non ci condurranno da nessuna parte. Perchè quello resteranno.

Soltanto parole.

ESERCIZIO DI LAVORO
Praticare l’Esempio e l’Amore nel Lavoro Spirituale
#1 – Scegliamo una pratica spirituale che vogliamo decidere di onorare, nel novero di quelle che conosciamo come parola, come conoscenza mentale, ma che sappiamo di non aver ancora mai onorato con l’Esempio.
#2 – Diamo a noi stessi l’Esempio. Per sette giorni di fila senza eccezioni, mettiamo in Azione quotidianamente la pratica spirituale scelta, senza se, senza ma, senza però io pensavo che, senza domani sì adesso no.
#3 – Mettiamo Amore e Pazienza nella pratica scelta, ogni giorno. Sforziamoci di praticare amando noi stessi per ciò che siamo e per ciò che succede, essendo aperti e attenti a ciò che sperimentiamo; come un genitore lo è con un figlio, come un essere umano lo è con una persona che ama davvero.
#4 – Onoriamo la pratica per tutti i sette giorni di fila che abbiamo scelto. Questo è molto importante. Se non riusciamo a praticare neanche per sette giorni di fila, allora anche questa è una informazione fondamentale da dare a noi stessi, in relazione alle proprie presunte Aspirazioni Spirituali. Una informazione certamente figlia dell’Esempio.
#5 – Annotare Intuizioni, realizzazioni e comprensioni nel proprio Diario, sopraggiunte con la pratica di questo Esercizio di Lavoro.
Condividi questo contenuto su:

Nella Biblioteca di MareNectaris
La Disciplina del Diario
Un ausilio per comprendere ciò che siamo diventati, e costruire il nostro Grande Sogno Personale
di Giulio Achilli
opera in formato libro cartaceo
In questo libro ~ in edizione del Giardino dei Libri ~ troverai indicazioni, consigli e modalità operative per trasformare il tuo Diario personale in uno strumento di profonda Consapevolezza, Auto-Osservazione, e progresso verso il tuo Grande Sogno Personale. Se tenuto nel modo opportuno, infatti, esso diviene un autentico faro di Luce gettato sulla nostra struttura psicologica,che porta comprensione su ciò che siamo diventati, e chiarezza sul Destino che vogliamo costruire per noi stessi.

La Grandezza Interiore
Salire al meglio di sè stessi per vivere una Vita di senso e di valore
di Giulio Achilli - Wallace Delois Wattles
opera in formato libro cartaceo
Questo libro ha l'Intento di trasmettere al lettore-ricercatore una sacra possibilità: quella di riscoprire, riconoscere ed alimentare il principio della propria Grandezza Interiore. Attraverso strumenti, Meditazioni, comprensioni, processi pratici da vivere nel quotidiano, procederemo verso la percezione della nostra vera Grandezza Interiore, del nostro intimo, profondo valore. Con la traduzione integrale dell'opera La Scienza di Essere Grandi, di Wallace Wattles, sempre curata da Giulio Achilli.

La Legge di Risonanza
IO·SONO·ORIGINE - nuova edizione cartacea
di Giulio Achilli
opera in formato libro cartaceo
La Legge di Risonanza è una delle Leggi Spirituali Fondamentali del nostro Universo meraviglioso. Essa determina con precisione assoluta che cosa un essere umano raccoglie dalla sua propria semina, perchè ogni nostro raccolto è il frutto non eludibile di una semina che parte da noi. Questo libro, in una nuova edizione cartacea, espande ed approfondisce il testo completo del film-documentario prodotto dal Centro MareNectaris; ed ha l'Intento di presentare al lettore un sentiero di comprensione di questa Legge, e una modalità operativa di accordo al suo funzionamento. Per costruire una Vita migliore, più creativa, più equilibrata, più serena, e pienamente integrata nel tessuto della propria intima Ricerca Spirituale.

Lo Sfidante
Chi sta usando la tua mente? ~ nuova edizione cartacea
di Giulio Achilli
opera in formato libro cartaceo
Il testo completo del film-documentario in edizione cartacea, aggiornato ed ampliato con nuove aggiunte ed integrazioni al testo originale. Il lettore~ricercatore troverà inoltre al suo interno una serie di Esercizi Spirituali, studiati specificamente per esplorare attraverso la propria esperienza personale gli Insegnamenti trasmessi. In più, una parte finale dedicata alle domande e risposte, con alcuni tra i quesiti più interessanti proposti dai Viaggiatori Spirituali nel corso del tempo.

Introduzione alla Meditazione
Il divino strumento del Ritorno alla Verità del Sè
di Giulio Achilli
opera in formato libro PDF, eBook
La pratica della Meditazione è un percorso progressivo di Attenzione e Consapevolezza, che conduce ad una quiete sistematica ed armoniosa del corpo fisico, della mente e delle emozioni.
La quiete dei Veicoli Inferiori permette al SÈ Infinito di cominciare finalmente ad emergere e riversarsi nella nostra Coscienza; per guidarci, ispirarci, ed infondere Intuizioni e suggerimenti per il nostro personale Cammino di Vita, e per la nostra personale Evoluzione Spirituale.
Questo libro ti introduce agli elementi fondamentali della pratica della Meditazione come divino strumento donato agli esseri umani per aprire la propria Coscienza alla Verità del SÈ. Nel libro troverai indicazioni, Esercizi di pratica, tecniche e suggerimenti per iniziarti alla Meditazione nei suoi elementi fondamentali.



Disclaimer

- Privacy policy

- Cookie policy

- info AT marenectaris DOT net