MICAT·IN·VERTICE
il web journal del Centro MareNectaris
La Biblioteca di MareNectaris
Lo Sfidante
di Giulio Achilli
Acquista su
MacroLibrarsi
Acquista su
Il Giardino dei Libri
Chi sta usando la tua mente? - nuova edizione cartacea
Il testo completo del film-documentario in una nuova edizione cartacea aggiornata ed ampliata; con nuove aggiunte ed integrazioni al testo originale; una serie di Esercizi di Lavoro Interiore per trasformare il Sapere in Saggezza; una parte finale dedicata alle domande e risposte, con alcuni tra i quesiti più interessanti proposti dai Viaggiatori nel corso del tempo.

L’Anello del Potere

L’essere umano è stato concepito come organismo ponte.

La sua funzione, sostenuta dall’equipaggiamento con cui è stato mirabilmente concepito, è collegare le Energie della Terra a quelle del Cielo. Le Energie dello Spirito a quelle della Materia. Nessun altro organismo fisico sulla Terra ha questo ruolo e questa funzione: essa è eredità e diritto della sola umanità, e la Terra è il campo scuola in cui noi esseri umani veniamo ad imparare questo processo, nella dura arena delle prove dell’esistenza.

Che cosa significa essere un organismo ponte? Significa collegare, connettere, agganciare le Energie che provengono dai Piani Superiori a quelle che si muovono nella Materia, che si manifestano attraverso lo spazio e il tempo. Un essere umano assolve la sua funzione di ponte quando, in modo deliberato, proietta lo Spirito nella Materia attraverso il suo trasformarsi in un vettore della Sua manifestazione.

…continua a leggere…

Nella Biblioteca di MareNectaris
Lo Sfidante
di Giulio Achilli
Acquista su
MacroLibrarsi
Acquista su
Il Giardino dei Libri

Chi sta usando la tua mente? - nuova edizione cartacea
Il testo completo del film-documentario in una nuova edizione cartacea aggiornata ed ampliata; con nuove aggiunte ed integrazioni al testo originale; una serie di Esercizi di Lavoro Interiore per trasformare il Sapere in Saggezza; una parte finale dedicata alle domande e risposte, con alcuni tra i quesiti più interessanti proposti dai Viaggiatori nel corso del tempo.
Virtù Superiori
di Giulio Achilli
Acquista su
MacroLibrarsi
Acquista su
Il Giardino dei Libri

36 Discipline per la costruzione di un'Anima
Virtù Superiori è un libro in cui 36 Discipline di Potere, 36 attitudini interiori, si uniscono in forza coesiva per accordarsi ad uno scopo supremo, alla più grande e più straordinaria delle nostre possibilità: ritornare in Coscienza all'Essenza Interiore Reale che noi siamo veramente nelle nostre meravigliose profondità interiori. Ritornare in Coscienza al Sè Divino che noi siamo in Verità.
Concentrazione
di Ernest Wood
Acquista su
MacroLibrarsi
Acquista su
Il Giardino dei Libri

Un percorso verso la Meditazione - corso pratico con supplemento sulla Meditazione
La nostra mente è un meraviglioso veicolo di creazione, esplorazione e comprensione della Realtà.
Questo libro di Ernest Wood introduce ed approfondisce alcuni assiomi fondamentali necessari al pieno sviluppo di questo strumento, in un percorso costituito da contenuti teorici, esercizi pratici, ed una progressiva coltivazione degli stati interiori cardinali di questa riconquista: la Concentrazione, la Meditazione e la Contemplazione.
Essere e Fare
di Giulio Achilli

Vai alla pagina ufficiale dell'opera

Il fare come conseguenza dell'Essere
Il cammino di ogni essere umano è diretto a raggiungere sempre più in profondità ciò che egli è, perchè il suo cammino è lo scopo di Dio. Non c'è altro scopo, nessun'altra direzione all'infuori di questa.
In questo senso, fare non serve a nulla, perchè non è a partire dal fare che tale viaggio verrà compiuto.
Lo Sfidante
Vai alla pagina ufficiale dell'opera

Chi sta usando la tua mente? - il sito ufficiale del film-documentario
Ogni essere umano che appare in Vita sul nostro meraviglioso pianeta Terra ha diritto ad una vita piena, felice, intensa, che gli permetta di esprimersi nella sua unicità irripetibile, che gli porti il dono della Saggezza, e che gli permetta di contribuire fattivamente al miglioramento delle condizioni di Vita dell'intera comunità umana. Ma questo diritto, questo naturale retaggio ad una vita maestosa, gli è stato offuscato. Da che cosa? Che cosa si frappone tra noi e la vita che desideriamo, i sogni che vogliamo realizzare, la Pace che desideriamo raggiungere?

Il figlio del falegname

Recatosi nella sua patria, insegnava nella loro sinagoga, così che stupivano e dicevano:
Da dove gli vengono tanta sapienza e queste opere potenti? Non è questi il figlio del falegname? Sua madre non si chiama Maria e i suoi fratelli, Giacomo, Giuseppe, Simone e Giuda? E le sue sorelle non sono tutte tra di noi? Da dove gli vengono tutte queste cose?
E si scandalizzavano a causa di lui.
Ma Gesù disse loro: Un profeta non è disprezzato che nella sua patria e in casa sua.
E lì, a causa della loro incredulità, non fece molte opere potenti.

Matteo, 13, 54-58

A un certo momento, in una famiglia, nasce un essere umano differente.

Uomo o donna che sia – lasciamo quindi andare la declinazione – questo essere umano è differente. Si interessa di cose diverse. Crea cose diverse. Mentre gli altri corrono ad insultarsi nel rumore, egli resta da solo. Mentre gli altri deturpano sè stessi, egli legge libri differenti. Si trova in mezzo ai suoi compagni, e spesso si chiede chi essi siano, e come faccia a stare ancora lì, ad ascoltarli pronunciare parole aspre nei confronti della Vita e di sè stessi. Un profondo senso di strana alienazione spesso lo pervade.

Questo essere umano tenta di condividere la Verità vivente nel suo Cuore, perchè la Verità è vivente. Ma trova incomprensione, dubbio, se va bene. Più spesso trova invece astio, derisione, offese, che possono sfociare nell’allontanamento, nell’emarginazione del diverso. La sua famiglia è il suo terreno di distruzione, nella stragrande maggioranza dei casi; non rientrando nei canoni di una Vita ordinaria, fatta di un nulla che corre verso l’Abisso senza alcuna volontà di reggersi neanche ad un appiglio che fosse uno, le sue parole, i suoi atti, sono gesta incomprensibili.

…continua a leggere…

 

Concentrazione – un percorso verso la Meditazione

Concentrazione - un libro di Ernest WoodConcentrazione – un percorso verso la Meditazione, è un libro scritto da Ernest Wood da oggi disponibile nella Biblioteca del Centro MareNectaris, nella traduzione curata dal Centro.

Ernest Egerton Wood (1883 – 1965) è stato scrittore, studioso e traduttore della lingua Sanscrita, e professore universitario. La sua formazione spirituale è stata influenzata dallo Yoga, e dalla Teosofia. Fu stretto collaboratore di Annie Besant, e di Maria Montessori, che ne influenzò l’attività degli ultimi anni della sua Vita in direzione della creazione di centri di educazione per bambini ed adolescenti, sia in India che negli Stati Uniti d’America.

Il percorso descritto dall’autore in questo testo, costituito da contenuti teorici ed esercizi pratici, conduce l’Aspirante nella progressiva comprensione di come utilizzare al meglio possibile il suo Veicolo Mentale, attraverso gli strumenti fondamentali di questa riconquista: la Concentrazione, la Meditazione e la Contemplazione.

Acquista il libro Concentrazione di Ernest Wood sul Giardino dei Libri

Clicca qui per leggere l’introduzione completa al testo.

 

Il Sogno Personale è sotto la corazza

Gli esseri umani naturali non hanno assolutamente idea di essere giunti su questo pianeta meraviglioso con uno scopo. Non considerano minimamente questa possibilità; ragionano come se fossero sempre esistiti con questi veicoli che indossano, e come se dovessero indossarli per l’eternità.

Vista in questo modo, l’esistenza è un lancio di dadi. Come essere umano, sono apparso improvvisamente, senza scopo e senza un pregresso, e ciò mi autorizza a vivere soltanto per me stesso, cercando di ramazzare un pò qua e un pò là per la durata di una esistenza abbastanza incomprensibile. Mangiare, dormire, riprodurmi, qualche emozione; che altro c’è? Che cosa altro potrei mai cercare?

Questo atteggiamento viene costantemente alimentato nei primi anni della nostra Vita dalle strutture educative, familiari e sociali a cui veniamo esposti. La sua naturale conclusione è la costruzione di una corazza: una sorta di scafandro interiore di granito in cui non solo ci chiudiamo alle Emanazioni che ci giungono dall’esterno, ma anche ai più tenui ed intimi sussurri della nostra Verità che nascono dal nostro interno.

Questa corazza, questo scafandro interiore rigido, goffo e inutile, non garantisce però quel completo isolamento che il mondo naturale preme affinchè si realizzi. Non è possibile. Qualcosa riesce sempre a passare, sia in un senso che nell’altro. Inoltre, un’Anima che ha fuso in Essere risultati importanti in momenti precedenti, non permetterà mai a questa corazza di cristallizzare. Perchè Anima sa bene che se la corazza cristallizza, poi potrebbero occorrere decenni e un Lavoro durissimo prima di ritornare a mettere i Veicoli al servizio del Padrone. Al servizio dello scopo di questo nostro passaggio sulla Terra.

…continua a leggere…

 

Liberare la nostra creatività

Che cosa significa « creare » ?

Questa parola sottende una quantità infinita di significati e di contenuti, se la si esplora con la propria Meditazione. Significati e contenuti che portano invariabilmente a chiedersi chi è che davvero crea, e con che cosa, con quali strumenti. Ma lasciando per ora l’esplorazione di queste profondità alla personale predilezione dei Viaggiatori che ne saranno stimolati, intanto possiamo cominciare a circoscrivere il nostro scenario con un insieme di osservazioni, e di fatti energetici che possano aiutarci nella comprensione.

Creare è manifestare in Materia una ispirazione dello Spirito. Questo è il primo fatto energetico fondamentale del processo creativo. Ogni manifestazione è creazione se risponde a questa caratteristica, perchè lo Spirito in noi ha esattamente questo Mandato: scendere nella Materia per trasformarla in Vita vibrante.

Partendo da questo assioma, si può cominciare a comprendere con facilità come ogni aspetto della nostra Vita possa essere e divenire creativo. Nella nostra società occidentale, siamo abituati a considerare creativi soltanto quelle donne e quegli uomini che producono qualcosa di più o meno originale, senza minimamente curarci della qualità e dell’intensità della Vita innestata e trasfusa nella loro creazione. Per questo, le gallerie di arte più o meno moderna sono spesso riempite di Importanza Personale, invece che di creatività. Per questo, un cosiddetto creativo in realtà sta spesso dicendo al mondo per favore, datemi la vostra Attenzione/Energia perchè ne ho bisogno per sentirmi finalmente amato ed apprezzato.

…continua a leggere…

 

Ogni secondo è importante

Considerare il nostro passaggio su questa Terra meravigliosa come il risultato di un fenomenale e fortunato lancio di un paio di dadi, equivale a considerare il caso come elemento fondante di questo Universo manifestato.

Se il caso, i dadi, governano l’Universo, allora non esiste alcuno scopo fondamentale per la nostra esistenza, nè per l’esistenza di qualsiasi essere vivente. E’ facile comprendere come da questo paradigma scaturisca questa conseguenza: se sono nato per caso, allora tutto ciò che mi accade dipende dal caso, dall’accidente, da fattori più o meno noti sui quali posso avere più o meno controllo. Quindi, posso vivere una Vita intera facendo il mio comodo personale, perchè tanto, con sua maestà il caso al timone, posso riuscire persino a non dover rispondere affatto delle mie azioni, fino al giorno di quello strano evento che accade a tutti, ma non a «io», che si chiama Morte.

Questo è il sublime punto di vista della nostra Personalità Automatica, che più o meno coscientemente adottiamo o abbiamo adottato tutti noi. Non esiste Responsabilità Totale, nè Leggi Fondamentali, nè un Sogno Personale da scoprire e manifestare. Esisto solo «io», e ciò che posso ottenere «io» in questo strano intervallo di spazio-tempo chiamato «esistenza». Gli altri non mi interessano. La Vita nella sua totalità, e nella sua magnificenza, non mi interessa. Io sono nato per caso, e quindi posso fare come mi pare.

Questo sublime punto di vista della nostra Personalità Automatica è una menzogna. Una menzogna colossale che ci sta condannando all’auto-distruzione. Naturalmente, essa può continuare ad essere creduta, come è attualmente, dalla stragrande maggioranza degli esseri umani di questo pianeta. Ognuno crea la sua Realtà. Ognuno possiede questa Libertà, ed ha il diritto di usarla come crede sia meglio per sè.

…continua a leggere…