MICAT·IN·VERTICE
il web journal del Centro MareNectaris
La Biblioteca di MareNectaris
Lo Sfidante
di Giulio Achilli
Acquista su
MacroLibrarsi
Acquista su
Il Giardino dei Libri
Chi sta usando la tua mente? - nuova edizione cartacea
Il testo completo del film-documentario in una nuova edizione cartacea aggiornata ed ampliata; con nuove aggiunte ed integrazioni al testo originale; una serie di Esercizi di Lavoro Interiore per trasformare il Sapere in Saggezza; una parte finale dedicata alle domande e risposte, con alcuni tra i quesiti più interessanti proposti dai Viaggiatori nel corso del tempo.

Il Nucleo Oscuro

L’aspetto della nostra psicologia al quale diamo il nome di Nucleo Oscuro è stato toccato in diversi documenti di questo web-journal; esso è anche uno degli aspetti fondamentali della nostra struttura umana indagati dalla Scienza Iniziatica, che ne ha scoperto l’esistenza, e ha conseguentemente creato processi per liberarsi dal suo influsso di sofferenza. Ma finora, non gli abbiamo mai dedicato un approfondimento diretto.

Insieme al proprio Nucleo Oscuro, infatti, si lavora, non si parla. Ed inoltre, il Lavoro deve essere compiuto in un certo modo, altrimenti è come chiedere ad un sonnambulo sei sveglio? Nessuna risposta avrà valore, nè per lui, nè per chi lo ascolta; sia che il sonnambulo in questione dica la Verità, sia che menta.

Per orientarci nel fenomeno, e cominciare ad avvicinarci alla sua diretta Percezione, ecco alcune brevi ed introduttive indicazioni che possiamo considerare. Il nostro esame deve per forza contenersi nei limiti di un documento come questo: quindi, solo alcuni aspetti fondamentali saranno qui esaminati.

…continua a leggere…

Nella Biblioteca di MareNectaris
Lo Sfidante
di Giulio Achilli
Acquista su
MacroLibrarsi
Acquista su
Il Giardino dei Libri

Chi sta usando la tua mente? - nuova edizione cartacea
Il testo completo del film-documentario in una nuova edizione cartacea aggiornata ed ampliata; con nuove aggiunte ed integrazioni al testo originale; una serie di Esercizi di Lavoro Interiore per trasformare il Sapere in Saggezza; una parte finale dedicata alle domande e risposte, con alcuni tra i quesiti più interessanti proposti dai Viaggiatori nel corso del tempo.
Virtù Superiori
di Giulio Achilli
Acquista su
MacroLibrarsi
Acquista su
Il Giardino dei Libri

36 Discipline per la costruzione di un'Anima
Virtù Superiori è un libro in cui 36 Discipline di Potere, 36 attitudini interiori, si uniscono in forza coesiva per accordarsi ad uno scopo supremo, alla più grande e più straordinaria delle nostre possibilità: ritornare in Coscienza all'Essenza Interiore Reale che noi siamo veramente nelle nostre meravigliose profondità interiori. Ritornare in Coscienza al Sè Divino che noi siamo in Verità.
Concentrazione
di Ernest Wood
Acquista su
MacroLibrarsi
Acquista su
Il Giardino dei Libri

Un percorso verso la Meditazione - corso pratico con supplemento sulla Meditazione
La nostra mente è un meraviglioso veicolo di creazione, esplorazione e comprensione della Realtà.
Questo libro di Ernest Wood introduce ed approfondisce alcuni assiomi fondamentali necessari al pieno sviluppo di questo strumento, in un percorso costituito da contenuti teorici, esercizi pratici, ed una progressiva coltivazione degli stati interiori cardinali di questa riconquista: la Concentrazione, la Meditazione e la Contemplazione.
Lo Sfidante
di Giulio Achilli

Vai alla pagina ufficiale dell'opera

Chi sta usando la tua mente? - il testo completo del film-documentario
Un insieme di Forze agisce su ogni essere umano al fine di depotenziarlo e renderlo timoroso, debole, dubbioso, attaccato emozionalmente ad abitudini dannose, e portato ad indugiare invece che ad agire. Questo insieme di Forze può essere inattivato, per consentire finalmente alla Consapevolezza che alberga in noi di dispiegarsi verso ciò che è realmente. Questa opera è il testo completo del film-documentario Lo Sfidante.
Parsec
di Giulio Achilli

Vai alla pagina ufficiale dell'opera

Libro I - Verso il Deserto di Moab
Parsec è un libro di poesie che racconta dell'inizio del viaggio di un essere umano nel Grande Deserto di Moab.
Il viaggio verso la totalità di sè stessi, verso il luogo dove la menzogna si stempera e scompare, verso il luogo che ci appartiene per diritto come esseri umani.
Verso la dimora degli Dei.

Trasmutare un Comando Interiore disfunzionale

Per poter progredire ulteriormente verso una maggiore libertà di arbitrio è sufficiente fare luce ancora e continuare ad osservare questi oscuri meccanismi ? Basta essere presenti nella vita di ogni giorno per sfaldare questi schemi provenienti dal passato e dall’interazione coi propri genitori ?

dalla condivisione di un Viaggiatore

Questa domanda rappresenta una giusta ed ideale continuazione al percorso interiore che stiamo approfondendo in questi ultimi documenti. Il nostro Focus è infatti sulla riemersione dei Comandi Interiori che gestiscono la nostra Vita mentre noi crediamo di essere liberi di viverla come vogliamo; dunque la questione che pone il nostro amico Viaggiatore è di primaria importanza.

Come la Tradizione ci insegna in molteplici forme e attraverso molteplici simbolismi, il primo passo del Cammino è sempre il Sapere. Nel caso particolare che stiamo esaminando, Sapere per noi significa divenire coscienti di questi meccanismi, che traggono la maggior parte del loro Potere dal fatto di essere incoscienti, ovvero non percepibili da una Coscienza ordinaria non addestrata. Come riportare alla Coscienza questi meccanismi è manovra che abbiamo approfondito in alcuni aspetti nel documento Lo Specchio Oscurato; in breve, dato che non possiamo percepirli direttamente, arriviamo progressivamente a percepirli attraverso gli effetti che producono nella nostra Vita.

Questo è il primo passo. Importantissimo, ma soltanto una parte dell’equazione del cambiamento. Sapere, infatti, mi permette di poter osservare il fenomeno in esame e divenirne sempre più stuf@, ma per poter progredire ulteriormente verso una maggiore libertà di arbitrio, per usare le parole del nostro Compagno di Viaggio, occorre inserire una serie di elementi nuovi nello scenario, in modo armonioso ed efficace. Altrimenti, si rimane intrappolati nell’inerzia della stessa corsa del sorcio, con un grado di disagio interiore persino superiore, dato che ho ricondotto qualcosa alla mia Coscienza che prima non vi era affatto.

…continua a leggere…

 

Lo Specchio oscurato

Questa storia che vi racconto in questo documento ha l’Intento di mostrarvi cosa significa per un Viaggiatore lavorare con l’Assioma Angolare

LA·VITA·È·IL·MIO·SPECCHIO

per arrivare a conoscere e ad intervenire armoniosamente su parti disfunzionali della propria psicologia. Disfunzionali, ovvero non funzionali allo scopo della Crescita Personale, che è l’Intento alla base di tutto ciò che è condiviso attraverso l’opera di MareNectaris.

Una delle cose più importanti che questa storia ci mostra è il fatto che sovrapporre nuovi comportamenti senza indagare ed intervenire sulla causa di quelli acquisiti è come mettere un tappeto a coprire un pavimento sporco invece di pulire il pavimento. Alla fine, invece di arrivare alla pulizia, alla Bellezza, al vero cambiamento, anche il tappeto finisce per sporcarsi insieme al pavimento. Vediamo come tutto questo è accaduto nell’esperienza che sto per raccontarvi.

…continua a leggere…

 

Creatori di passato

In questo documento esaminiamo un aspetto della nostra psicologia sul quale è bene soffermarsi con seria Attenzione, da approfondire nella nostra Meditazione. Un aspetto decisivo, nel nostro muoverci nella Vita verso la realizzazione della nostra Verità. Un aspetto che forse non abbiamo mai osservato in questa forma.

Da quali cause origina la nostra Vita presente ? Quali direttive influenzano continuamente le nostre scelte, le nostre decisioni, la nostra valutazione su che cosa è possibile e che cosa non lo è ? Quando stiamo valutando una possibilità, attraverso quale lente la osserviamo ? Attraverso quale prospettiva ?

Esistono differenti serie di risposte a queste domande, ognuna relativa a diverse strutture psico-fisiche di riferimento; oggi metteremo il nostro Focus sulla serie di risposte che otteniamo osservando lo scenario dal punto di vista della nostra Personalità Automatica.

…continua a leggere…

 

Whiplash – secondo episodio

Improvviso. Totale. Definitivo. Come abbiamo letto in questo primo episodio, queste sono le caratteristiche di un Momento di Verità.

La Tradizione chiama questi accadimenti di Vita in diversi modi, ovviamente legati all’aspetto geografico in cui essa si manifesta. Nel Buddhismo Zen, questi accadimenti vengono chiamati Satori: momenti in cui la Percezione bypassa il filtro che la Personalità cala su di essa. Momenti che a volte accadono spontaneamente, ma che accadono sempre più spesso nella Vita di un Viaggiatore.

A volte è la Vita a lanciarci addosso esperienze di Satori. Mettendoci improvvisamente, totalmente e definitivamente al cospetto della nostra condizione umana. Quando accade, è come una frustata. Arriva, e non puoi chiederti perchè, domanda che non avrebbe senso. Se vieni gettato in Acqua, per salvarti devi nuotare, non pensare di interrogarti su chi ti ci ha buttato, e sulla liceità del suo comportamento. Poi, soltanto poi, verranno i tempi delle descrizioni razionali.

L’idea che alle spalle degli accadimenti della Vita ci sia un dio umano capriccioso che dispensa favori e castighi sulla mera base del suo diletto è un relitto medioevale che è radicatissimo nella nostra subcoscienza, e va estirpato, perchè è una menzogna. Non è nulla di tutto questo. Non è «colpa di dio», perchè l’idea che un dio umano barbuto possa intervenire a capriccio sulla nostra Vita e sul funzionamento dell’Universo non ci esula dal vivere ciò che la Vita mette comunque di fronte ai nostri occhi, e al nostro Cammino.

…continua a leggere…

 

Dietro la porta chiusa

La Vita di un essere umano naturale, la nostra Vita prima che ci raggiunga l’impatto dell’Infinito, è molto simile ad un ricevimento dato nella nostra dimora, ricevimento con una gran quantità di inviti e di relazioni.

Il ricevimento è la facciata. Ciò che mostriamo al mondo, esatta corrispondenza con ciò che il mondo si attende che noi gli si mostri. Siamo affabili, pazienti, cortesi. Forse indossiamo persino un bel cafetano colorato, dentro al quale ci muoviamo come in una nuvola pronunciando cantilene di emozioni positive, o grandi speranze di self-confidence. Il party va avanti, e noi ci sentiamo bene, perchè troviamo nel mondo, in ciò che è fuori di me, una conferma del nostro sentirci felici, del nostro stare bene, del mio interno.

Fino a quando non inizia ad accadere qualcosa. Mentre il ricevimento continua, iniziamo ad avvertire dapprima la punta di una eco lontana, poi un sentimento che si fa strada, in modo tenue, silenzioso, ma inesorabile; logorando lentamente tutta quell’atmosfera di sorrisi e di cantilene che così amabilmente, così minuziosamente, con così tanta Energia investita, stavamo creando fino a quel momento.

Iniziamo ad avvertire il divario. Iniziamo a percepire quello che la Tradizione chiama la Separazione.

…continua a leggere…