MICAT·IN·VERTICE
il web journal del Centro MareNectaris
La Biblioteca di MareNectaris
Lo Sfidante
di Giulio Achilli
Acquista su
MacroLibrarsi
Acquista su
Il Giardino dei Libri
Chi sta usando la tua mente? - nuova edizione cartacea
Il testo completo del film-documentario in una nuova edizione cartacea aggiornata ed ampliata; con nuove aggiunte ed integrazioni al testo originale; una serie di Esercizi di Lavoro Interiore per trasformare il Sapere in Saggezza; una parte finale dedicata alle domande e risposte, con alcuni tra i quesiti più interessanti proposti dai Viaggiatori nel corso del tempo.

Le 2 trappole tra Sapere ed Essere – Parte III

Che cosa significa Essere? Che cosa separa il Sapere un qualcosa, dall’Essere quel qualcosa? Che cosa significa sapere che la Responsabilità della mia Vita è Totale, ed essere totalmente responsabile della mia Vita? Ci siamo mai chiesti quale sia la differenza, o se ne esista una?

La differenza esiste, e come; ma per comprenderla, mi devono essere chiari alcuni processi che accadono nei miei Veicoli Inferiori, ovvero nel corpo fisico, nella mente e nelle emozioni. Perchè quello che accade ordinariamente è esattamente questo: noi confondiamo sapere qualcosa con essere quel qualcosa. In materia di Crescita Personale e Formazione Spirituale, questa confusione è letale, per cui prima viene chiarita e dissipata, meglio è.

La Scienza Iniziatica avvicina un Aspirante attraverso il Sapere. Utilizzando l’esempio della Responsabilità – uno dei tanti esempi possibili – che ci accompagnerà in questo documento, la Scienza Iniziatica avvicina un Aspirante e gli comunica, attraverso varie forme, che deve assumersi la Responsabilità Totale della sua Vita – totale, il 100% – perchè se non lo fa, non può resistere sul Cammino della Realizzazione del Sè. L’Aspirante accetta questa conoscenza, questo Sapere; ne riconosce il senso e l’utilità nella sua Vita quotidiana; ma poi, accade qualcosa nella sua interiorità, e questo Sapere diventa lettera morta. Scendiamo un poco più in profondità in questo processo, per comprendere perchè tutto questo accade.

…continua a leggere…

Nella Biblioteca di MareNectaris
Lo Sfidante
di Giulio Achilli
Acquista su
MacroLibrarsi
Acquista su
Il Giardino dei Libri

Chi sta usando la tua mente? - nuova edizione cartacea
Il testo completo del film-documentario in una nuova edizione cartacea aggiornata ed ampliata; con nuove aggiunte ed integrazioni al testo originale; una serie di Esercizi di Lavoro Interiore per trasformare il Sapere in Saggezza; una parte finale dedicata alle domande e risposte, con alcuni tra i quesiti più interessanti proposti dai Viaggiatori nel corso del tempo.
Virtù Superiori
di Giulio Achilli
Acquista su
MacroLibrarsi
Acquista su
Il Giardino dei Libri

36 Discipline per la costruzione di un'Anima
Virtù Superiori è un libro in cui 36 Discipline di Potere, 36 attitudini interiori, si uniscono in forza coesiva per accordarsi ad uno scopo supremo, alla più grande e più straordinaria delle nostre possibilità: ritornare in Coscienza all'Essenza Interiore Reale che noi siamo veramente nelle nostre meravigliose profondità interiori. Ritornare in Coscienza al Sè Divino che noi siamo in Verità.
Concentrazione
di Ernest Wood
Acquista su
MacroLibrarsi
Acquista su
Il Giardino dei Libri

Un percorso verso la Meditazione - corso pratico con supplemento sulla Meditazione
La nostra mente è un meraviglioso veicolo di creazione, esplorazione e comprensione della Realtà.
Questo libro di Ernest Wood introduce ed approfondisce alcuni assiomi fondamentali necessari al pieno sviluppo di questo strumento, in un percorso costituito da contenuti teorici, esercizi pratici, ed una progressiva coltivazione degli stati interiori cardinali di questa riconquista: la Concentrazione, la Meditazione e la Contemplazione.
Parsec
di Giulio Achilli

Vai alla pagina ufficiale dell'opera

Libro I - Verso il Deserto di Moab
Parsec è un libro di poesie che racconta dell'inizio del viaggio di un essere umano nel Grande Deserto di Moab.
Il viaggio verso la totalità di sè stessi, verso il luogo dove la menzogna si stempera e scompare, verso il luogo che ci appartiene per diritto come esseri umani.
Verso la dimora degli Dei.
Navigare nell'Oceano del Ch'i
di Giulio Achilli

Vai alla pagina ufficiale dell'opera

Un esercizio di rilassamento cosciente dall'antica saggezza taoista
Uno dei fondamenti che troviamo nelle pratiche di ogni tradizione di Crescita Personale è il Rilassamento: la costante ed incessante focalizzazione sulla rimozione delle tensioni inutili che serpeggiano nel nostro organismo vivente. Navigare nell'Oceano del C'hi è un esercizio di Rilassamento Cosciente di semplicissima esecuzione, in accordo alla millenaria tradizione taoista.

La Ruota del Samsara

La Ruota del SamsaraL’esistenza umana è fondamentalmente costituita da due tipologie di avvenimenti fondamentali.

In realtà, esiste soltanto una tipologia fondamentale di avvenimento. Ma in questo contesto, per comodità di immediata comprensione, divideremo questa unica tipologia in due costituenti fondamentali.

La prima tipologia di avvenimento è quella che possiamo chiamare un Crocevia Animico. Un Crocevia Animico è una circostanza che sperimentiamo nella nostra Vita che è stata stabilita per noi da dover essere attraversata: perchè essa rientra nello scenario delle lezioni fondamentali che siamo venuti ad imparare in questo Campo di Lavoro che è la Vita su questa Terra meravigliosa.

…continua a leggere…

 

Cambiare il paradigma depotenziante

Tutti gli esseri umani naturali hanno uno specifico paradigma interiore innestato nella loro Personalità. Tutti. Un paradigma innestato così bene in loro, da funzionare in modo impercettibile alla loro Coscienza.

La Vita di Lavoro che accompagna un Viaggiatore riporta alla Coscienza, in modo lento ed inesorabile, tutto quello che è stato accettato ed archiviato come vero all’interno del proprio subconscio. In questo modo, un passo alla volta, un essere umano smette di essere una risposta reattiva e diventa un agente causale; perchè non sempre i paradigmi che abbiamo accettato – e messo via come presunta Verità del mondo – sono funzionali al nostro massimo rendimento, e allo sviluppo più alto del nostro meraviglioso potenziale.

Che cosa è un paradigma? Un paradigma è un modello, estratto da un sistema di riferimento, a cui si ricorre per dare conferma e significato ad altri sistemi di riferimento. In parole più semplici, all’interno della nostra psicologia, un paradigma è una convinzione che viene utilizzata per certificare la validità di diverse specifiche Realtà. Esempio: chi non la pensa come me sta sbagliando – questa è una convinzione; essa diventa un paradigma quando viene proiettata ovunque: nelle relazioni, nelle attività lavorative, nel rapporto che abbiamo con noi stessi, nella relazione che abbiamo con l’Infinito.

Ovvero, usiamo questo paradigma come strumento di interazione con la Realtà. Nel caso specifico – chi non la pensa come me sta sbagliando – un paradigma falso, medioevale e cronicamente disfunzionale. Nella nostra psicologia, siamo pieni zeppi di questi paradigmi depotenzianti; fra di essi, ne esiste uno specifico che è tra i relitti più terrificanti che come organismo Umanità ci tiriamo dietro da secoli. E che è conseguentemente condiviso da tutti gli esseri umani naturali. Esaminiamolo insieme.

…continua a leggere…

 

Il senso del Tempo – diventare amici di Chrono

Comprendo che la sofferenza che ci deriva dal passato si regge proprio sul tempo che la nostra mente tiene in vita, collegando presente e passato, però se cessassimo di dare qualsiasi importanza al passato (o meglio “al ricordo” del passato) non sarebbe un po come abiurare la propria responsabilità personale di quanto avvenuto? Cioè in tal modo si potrebbe cancellare da noi stessi qualunque episodio del passato per evitare ogni sofferenza e senso di colpa, semplicemente lasciando cadere la finzione del tempo, ossia la finzione di credere “reale” qualcosa che non lo è più.
E’ possibile davvero risolvere nell’Adesso qualsiasi problema creatosi nel passato?

dalla condivisione di un Viaggiatore

La profonda domanda di questo nostro amico Viaggiatore è esattamente il fulcro del nostro passaggio su questa Terra meravigliosa. Perchè di un passaggio si tratta, sebbene la mente tenda a voler cancellare questa Verità per comprensibili ragioni.

La nostra Storia Personale, come descritto in questo documento, è il fardello da cui tutti partiamo, e che tutti ci trasciniamo faticosamente sulle spalle. L’ingombrante mole di giudizi, opinioni e reazioni che abbiamo costruito nel tempo, e a cui abbiamo dato il completo comando della nostra Vita. Abbiamo unito insieme un evento al giudizio che di esso abbiamo dato: e questo ha creato e crea la nostra Storia Personale. Sono così perchè mia madre, perchè mio padre, perchè le mie relazioni, perchè quel giorno, perchè a scuola, ecc. ecc. Ogni giorno, tutti i giorni, un essere umano naturale ripete a sè stesso questa litania.

Se un Viaggiatore non alleggerisce la sua Storia Personale, il suo Cammino diventa ogni giorno più pesante, invece di divenire sempre più leggero e fluido. Ma per alleggerire la propria Storia Personale, non possiamo procedere semplicemente cancellando il passato alla nostra Coscienza, perchè questo significherebbe privare di senso la nostra intera Vita. Se posso fare quello che voglio, perchè poi tanto cancello il passato alla mia Coscienza come se non avessi fatto nulla, sono un adolescente perenne che ramazza nella marmellata fino al giorno in cui qualcuno, inspiegabilmente, verrà a bussare alla mia porta. Noi non stiamo nè creando, nè giustificando adolescenti, qui. Noi stiamo costruendo uomini e donne, adulti, integri, e responsabili di sè e del proprio mondo.

…continua a leggere…

 

L’Impeccabilità è la nostra firma

Ciò che mi sono sempre chiesto, e tuttora mi chiedo, è quale sia il confine tra il cercare di realizzare uno scopo cardine nella propria esistenza e lasciare ai Piani Superiori i risultati. In altre parole come si conciliano le due leggi che a volte mi appaiono contrastare? Cioè quella secondo la quale il pensiero plasma la realtà e quella che invece riserva tutti i risultati alle mani dell’Infinito?

Questa domanda che un Viaggiatore mi ha posto tempo addietro è molto profonda. E’ una domanda che presto o tardi si affaccia nell’interiorità di tutti i seri ricercatori della Verità; e per questo, è bene approfondirne in modo condiviso il tema, ed il suo significato.

Sostanzialmente ci chiediamo: ma se i risultati sono nelle mani dell’Infinito, e così è, per quale motivo dovrei affaccendarmi più che tanto a muovermi verso una meta? Se non dipende da me nè quanto nè come, a quale scopo incamminarsi e perchè affaccendarsi troppo? Questo è il fulcro delle nostre domande, nel momento in cui abbiamo cominciato a verificare la Verità dell’assunto di partenza. E questo resta il fulcro delle nostre domande fino a quando il punto di osservazione della nostra realtà resta quello della Personalità Automatica.

…continua a leggere…

 

Il Sale della Terra

La scorsa domenica, in una trasmissione televisiva, è intervenuta una nota scrittrice di letteratura rosa, a cui è stata chiesta una considerazione in relazione al tema molto attuale della fiscalità, e dell’inconsistenza della classe politica italiana attuale.

La scrittrice, citando un detto popolare, ha affermato con sicurezza che così come «il pesce puzza sempre dalla testa», è la nostra classe politica che con il suo esempio mostra al povero popolino un modello di furberia e aggiramento al quale poi esso per forza si ispira. Un percorso di pensiero che ovviamente ha raccolto il pieno consenso degli astanti.

L’inconveniente è che questo modello di pensiero, secondo cui il pesce comincerebbe a puzzare dalla testa, è esattamente il modello di Responsabilità che vanifica un individuo, ci condanna come nazione e ci abbatte come intera specie: il modello di Responsabilità secondo il quale non si tratta di me, ma di qualcun altro da me. Il modello di Responsabilità secondo il quale la classe politica attualmente avvinghiata in modalità parassitaria su questa nazione non ha alcun legame diretto, e di rappresentanza, con il vessato e narcotizzato popolino.

…continua a leggere…