MICAT·IN·VERTICE
il web journal del Centro MareNectaris
La Biblioteca di MareNectaris
Lo Sfidante
di Giulio Achilli
Acquista su
MacroLibrarsi
Acquista su
Il Giardino dei Libri
Chi sta usando la tua mente? - nuova edizione cartacea
Il testo completo del film-documentario in una nuova edizione cartacea aggiornata ed ampliata; con nuove aggiunte ed integrazioni al testo originale; una serie di Esercizi di Lavoro Interiore per trasformare il Sapere in Saggezza; una parte finale dedicata alle domande e risposte, con alcuni tra i quesiti più interessanti proposti dai Viaggiatori nel corso del tempo.

La Persistenza

La Persistenza, o meglio sarebbe dire la sua mancanza, è la seconda trappola che attende al varco i Viaggiatori sulla strada che unisce il Sapere a Essere.

La prima trappola – leggi questo documento – è fermarsi al primo gradino: lasciare il Sapere soltanto nella neocorteccia cerebrale. Non collegare a questo Sapere un grammo di Azione Conforme. Un processo di questo tipo equivale di fatto ad una passeggiata mentale, che può essere di sollievo, può aiutare, ma non è trasformativa. Continuiamo ad essere come siamo sempre stati, aggiungendo soltanto scaglie di Sapere che il Tempo cancellerà.

Il secondo gradino della scala, il secondo passo del Cammino, è l’Azione Conforme al Sapere. Su cento che partono, novanta restano al primo gradino, e un gruppo di dieci coraggiosi si arrampica sul secondo. Ma se già prima le condizioni non erano certo facili, ora si entra in territori dove è assolutamente necessaria la presenza di una qualità interiore specifica, senza la quale non è letteralmente possibile proseguire. Ovviamente, nessuno la menziona, se non trasversalmente, perchè approfondire la sua importanza e la sua fondamentale utilità equivale a svuotare l’uditorio. E non sto parlando della Disciplina, che di fatto è la sua sorella.

L’Azione Conforme al Sapere insegnato dalla Scienza Iniziatica presuppone e incoraggia la coltivazione e la maturazione della qualità interiore della Persistenza.

…continua a leggere…

Nella Biblioteca di MareNectaris
Lo Sfidante
di Giulio Achilli
Acquista su
MacroLibrarsi
Acquista su
Il Giardino dei Libri

Chi sta usando la tua mente? - nuova edizione cartacea
Il testo completo del film-documentario in una nuova edizione cartacea aggiornata ed ampliata; con nuove aggiunte ed integrazioni al testo originale; una serie di Esercizi di Lavoro Interiore per trasformare il Sapere in Saggezza; una parte finale dedicata alle domande e risposte, con alcuni tra i quesiti più interessanti proposti dai Viaggiatori nel corso del tempo.
Virtù Superiori
di Giulio Achilli
Acquista su
MacroLibrarsi
Acquista su
Il Giardino dei Libri

36 Discipline per la costruzione di un'Anima
Virtù Superiori è un libro in cui 36 Discipline di Potere, 36 attitudini interiori, si uniscono in forza coesiva per accordarsi ad uno scopo supremo, alla più grande e più straordinaria delle nostre possibilità: ritornare in Coscienza all'Essenza Interiore Reale che noi siamo veramente nelle nostre meravigliose profondità interiori. Ritornare in Coscienza al Sè Divino che noi siamo in Verità.
Concentrazione
di Ernest Wood
Acquista su
MacroLibrarsi
Acquista su
Il Giardino dei Libri

Un percorso verso la Meditazione - corso pratico con supplemento sulla Meditazione
La nostra mente è un meraviglioso veicolo di creazione, esplorazione e comprensione della Realtà.
Questo libro di Ernest Wood introduce ed approfondisce alcuni assiomi fondamentali necessari al pieno sviluppo di questo strumento, in un percorso costituito da contenuti teorici, esercizi pratici, ed una progressiva coltivazione degli stati interiori cardinali di questa riconquista: la Concentrazione, la Meditazione e la Contemplazione.
As a man thinketh
di James Allen

Vai alla pagina ufficiale dell'opera

La traduzione in italiano dell'opera più famosa dell'autore
As a man thinketh è un libro scritto da James Allen nel 1902. "Come un uomo pensa nel suo cuore, così egli è": attraverso queste parole, l'autore ci conduce in un viaggio di scoperta nel quale diverremo consapevoli che il potere del nostro pensiero è in grado di manifestare la realtà che desideriamo.
Essere e Fare
di Giulio Achilli

Vai alla pagina ufficiale dell'opera

Il fare come conseguenza dell'Essere
Il cammino di ogni essere umano è diretto a raggiungere sempre più in profondità ciò che egli è, perchè il suo cammino è lo scopo di Dio. Non c'è altro scopo, nessun'altra direzione all'infuori di questa.
In questo senso, fare non serve a nulla, perchè non è a partire dal fare che tale viaggio verrà compiuto.

Energia e Lavoro Interiore

Uno dei pilastri fondamentali di qualunque tipo di crescita e sviluppo umano è anche quello che viene abitualmente considerato di meno nella gestione pratica della nostra esistenza. Tutti diciamo di voler ottenere questo o quello; ma quando dobbiamo arrivare a mettere le mani nella moneta reale che occorre versare per ottenerlo, ci ritiriamo e non facciamo alcun investimento di questa moneta. Chiedendo poi a noi stessi, o anche a Dio Benedetto dandoGli la colpa, perchè le cose non cambiano.

La moneta reale di qualsiasi sviluppo umano in qualsiasi ambito è ENERGIA. Fino a quando un essere umano non comincia a concepire sè stesso come un Campo di Energia – invece che come un ammasso di carne più o meno viva – egli vive come se fosse uno di quei [ Jeeg ] robot degli anni ’80 che avevano armi infinite da sparare senza limiti: dilapida costantemente tutto il suo patrimonio in situazioni ed atteggiamenti assurdi come se ne avesse senza limiti, fino a che non ne rimane che un esile rivolo, sufficiente appena a strascicarlo nelle faccende quotidiane e nulla più.

ENERGIA è uno dei pilastri fondamentali nell’edificazione del Tempio del Viaggiatore, perchè è la coesione interna che mantiene integra la struttura della sua Vita come la sta edificando. Il Tempio del Viaggiatore si solleva verso lo Spirito e rimane stabile se vi è Energia sufficiente a sostenerlo: se Energia manca, non soltanto il Tempio cessa di sollevarsi, ma comincia ad andare in rovina, che nella nostra Vita equivale a diventare narcotizzati, meccanici, abitudinari, inclini all’auto-compiacimento e viventi solo·per·me·stesso.

La Fisica Naturale, che è espressione dello Spirito tanto quanto la Scienza Iniziatica – sono solo gli scienziati che ancora non se ne rendono conto – ci aiuta a comprendere ancora meglio che cosa sia Energia: perchè la Fisica Naturale si trova costantemente a fare i conti con questa elusiva, nascosta, meravigliosa qualità della Vita. Approfondiamo insieme questa comprensione.

…continua a leggere…

 

Trasmutare un Comando Interiore disfunzionale

Per poter progredire ulteriormente verso una maggiore libertà di arbitrio è sufficiente fare luce ancora e continuare ad osservare questi oscuri meccanismi ? Basta essere presenti nella vita di ogni giorno per sfaldare questi schemi provenienti dal passato e dall’interazione coi propri genitori ?

dalla condivisione di un Viaggiatore

Questa domanda rappresenta una giusta ed ideale continuazione al percorso interiore che stiamo approfondendo in questi ultimi documenti. Il nostro Focus è infatti sulla riemersione dei Comandi Interiori che gestiscono la nostra Vita mentre noi crediamo di essere liberi di viverla come vogliamo; dunque la questione che pone il nostro amico Viaggiatore è di primaria importanza.

Come la Tradizione ci insegna in molteplici forme e attraverso molteplici simbolismi, il primo passo del Cammino è sempre il Sapere. Nel caso particolare che stiamo esaminando, Sapere per noi significa divenire coscienti di questi meccanismi, che traggono la maggior parte del loro Potere dal fatto di essere incoscienti, ovvero non percepibili da una Coscienza ordinaria non addestrata. Come riportare alla Coscienza questi meccanismi è manovra che abbiamo approfondito in alcuni aspetti nel documento Lo Specchio Oscurato; in breve, dato che non possiamo percepirli direttamente, arriviamo progressivamente a percepirli attraverso gli effetti che producono nella nostra Vita.

Questo è il primo passo. Importantissimo, ma soltanto una parte dell’equazione del cambiamento. Sapere, infatti, mi permette di poter osservare il fenomeno in esame e divenirne sempre più stuf@, ma per poter progredire ulteriormente verso una maggiore libertà di arbitrio, per usare le parole del nostro Compagno di Viaggio, occorre inserire una serie di elementi nuovi nello scenario, in modo armonioso ed efficace. Altrimenti, si rimane intrappolati nell’inerzia della stessa corsa del sorcio, con un grado di disagio interiore persino superiore, dato che ho ricondotto qualcosa alla mia Coscienza che prima non vi era affatto.

…continua a leggere…

 

Il Fuoco dell’Attenzione sull’emozione – parte III

C’è differenza tra le emozioni scatenate dall’attrito di Lavoro, quelle liberate dallo scioglimento della corazza, e quelle indotte dallo Sfidante?

la domanda di un Viaggiatore

 

 

Che differenza c’è tra la rabbia generata dal comportamento di un’altra persona, la rabbia generata dalla percezione della nostra attuale momentanea impotenza, e la rabbia indotta dalle Forze dello Sfidante contro qualcosa o qualcun’altro?

La risposta a questa domanda è al contempo molto semplice, ed enormemente profonda. E’ esattamente il fulcro del processo di Attenzione sull’emozione che stiamo esaminando insieme. Il primo passo del Cammino è sempre il Sapere: e il Sapere in questo momento ci raggiunge attraverso le parole, quindi attraverso il Veicolo Mentale; questo può essere un rischio, quando si parla e si tratta delle emozioni. Ma ci inoltreremo comunque con fiducia in questo passaggio.

…continua a leggere…

 

Il Fuoco dell’Attenzione sull’emozione – parte I

Le emozioni sono correnti di Energia Interiore che si liberano lungo il percorso dei nostri canali energetici a seguire una causa specifica, nella maggior parte dei casi indotta dall’esterno del nostro Campo di Energia.

Nella sua funzione e forma di corrente di Energia, lo scopo di una emozione è scorrere. L’Energia non ha connotazioni dualistiche in sè stessa: non è bene, e non è male. La reale differenza è sempre generata dall’Intento che muove l’Energia, e che conseguentemente crea Realtà attraverso le nostre Azioni.

Tuttavia, nel nostro funzionamento ordinario naturale, quando in noi stessi si libera una emozione, noi eseguiamo una manovra interiore incosciente che ha un fortissimo impatto in perdita sulla salute e sull’intensità del nostro Campo di Energia. La Tradizione, nelle sue varie forme ed espressioni, ha ovviamente colto e notato questa manovra interiore, e l’ha studiata a fondo, creando in conseguenza tutta una serie di strumenti atti a disinnescarla.

…continua a leggere…

 

Energia di Coscienza

Un essere umano naturale è profondamente convinto di essere cosciente. Basta sentirlo parlare (di sè) per rendersi silenziosamente conto di quanto sia convinto di questa sua asserzione.

Nei fatti, ha ragione. Tuttavia, il punto non è se è cosciente, perchè, e non è una metafora, anche i sassi hanno Coscienza. Il punto è di che cosa è cosciente? Quali Emanazioni riesce a percepire? – che è poi la domanda che sottende il senso profondo di essere coscienti, e la vastità che da tutto questo deriva.

Un essere umano naturale è cosciente soltanto della sua Natura Terrestre, ovvero di tutte le pulsioni istintuali ed emotive che sono dirette ed ancorate verso la Terra. Questo è tutto quello che vede, tutto quello di cui è cosciente, e tutto quello che sarà il suo Destino. La Coscienza ristretta soltanto a queste gamme di Emanazioni crea inevitabilmente un senso di separazione da tutto il resto, perchè l’affondo nella Materia e l’allontanamento dallo Spirito è esattamente lo scopo della Natura Terrestre nell’essere umano.

Tuttavia, la Natura Terrestre, che è la Natura incarnata in modo pressochè cristallizzato dalle rocce e dal mondo minerale, non è l’unica componente presente in noi esseri umani e non è lo scopo per cui un essere umano decide di intraprendere un Viaggio su questa Terra meravigliosa. Non lo è neanche da lontano. Eoni fa gli esseri umani avevano questo scopo come Mandato Primario, quando non erano esseri umani; ma adesso non è più così. Come esseri umani, abbiamo intrapreso la Via del Ritorno: ora dobbiamo sintonizzarci sempre più profondamente e sempre più stabilmente nella direzione di un’altra Natura, che è nostro retaggio e nostro diritto proprio perchè abbiamo meritato di essere umani: la Natura Solare. I Veicoli Superiori che ci riconnettono al Regno da cui siamo stati emanati tanto, tanto, tanto tempo fa.

…continua a leggere…