MICAT·IN·VERTICE
il web journal del Centro MareNectaris
La Biblioteca di MareNectaris
Lo Sfidante
di Giulio Achilli
Acquista su
MacroLibrarsi
Acquista su
Il Giardino dei Libri
Chi sta usando la tua mente? - nuova edizione cartacea
Il testo completo del film-documentario in una nuova edizione cartacea aggiornata ed ampliata; con nuove aggiunte ed integrazioni al testo originale; una serie di Esercizi di Lavoro Interiore per trasformare il Sapere in Saggezza; una parte finale dedicata alle domande e risposte, con alcuni tra i quesiti più interessanti proposti dai Viaggiatori nel corso del tempo.

Meditazione – un approccio alla pratica – immobilità

Meditazione ZazenL’immobilità, o per meglio dire la capacità di restare immobili in una postura per un certo tempo, è un altro elemento decisivo nell’approccio alla pratica della Meditazione.

Naturalmente, mi riferisco qui alla Meditazione in postura statica. Non considero in questo contesto alcun tipo di Meditazione a carattere dinamico, per semplici ragioni di predilezione personale.

L’importanza dell’immobilità è in tutto e per tutto legata al fatto che il nostro corpo fisico riflette lo stato dei veicoli Astrale e Mentale Inferiore; e naturalmente viceversa, ovvero lo stato di questi veicoli viene «influenzato» dal nostro corpo fisico, che ne è la trasposizione nel piano più denso che esista, quello della Materia cristallizzata.

Questo semplice assioma è il fondamento di qualsiasi tipo di studio e correlazione pratica a carattere «olistico» di cui si hanno in questi ultimi anni evidenze scientifiche sempre più chiare. Laddove fino a solo pochi anni fa la cosiddetta «mente» veniva considerata come un ente a sè stante rispetto al corpo, libero di fare ciò che desidera perchè tanto le sue creazioni non hanno alcuna apparente «materialità», oggi la comunità scientifica riconosce senza imbarazzi l’intima interconnessione tra i processi mentali e le manifestazioni fisiche.

…continua a leggere nel libro Introduzione alla Meditazione

Nella Biblioteca di MareNectaris
Lo Sfidante
di Giulio Achilli
Acquista su
MacroLibrarsi
Acquista su
Il Giardino dei Libri

Chi sta usando la tua mente? - nuova edizione cartacea
Il testo completo del film-documentario in una nuova edizione cartacea aggiornata ed ampliata; con nuove aggiunte ed integrazioni al testo originale; una serie di Esercizi di Lavoro Interiore per trasformare il Sapere in Saggezza; una parte finale dedicata alle domande e risposte, con alcuni tra i quesiti più interessanti proposti dai Viaggiatori nel corso del tempo.
Virtù Superiori
di Giulio Achilli
Acquista su
MacroLibrarsi
Acquista su
Il Giardino dei Libri

36 Discipline per la costruzione di un'Anima
Virtù Superiori è un libro in cui 36 Discipline di Potere, 36 attitudini interiori, si uniscono in forza coesiva per accordarsi ad uno scopo supremo, alla più grande e più straordinaria delle nostre possibilità: ritornare in Coscienza all'Essenza Interiore Reale che noi siamo veramente nelle nostre meravigliose profondità interiori. Ritornare in Coscienza al Sè Divino che noi siamo in Verità.
Concentrazione
di Ernest Wood
Acquista su
MacroLibrarsi
Acquista su
Il Giardino dei Libri

Un percorso verso la Meditazione - corso pratico con supplemento sulla Meditazione
La nostra mente è un meraviglioso veicolo di creazione, esplorazione e comprensione della Realtà.
Questo libro di Ernest Wood introduce ed approfondisce alcuni assiomi fondamentali necessari al pieno sviluppo di questo strumento, in un percorso costituito da contenuti teorici, esercizi pratici, ed una progressiva coltivazione degli stati interiori cardinali di questa riconquista: la Concentrazione, la Meditazione e la Contemplazione.
As a man thinketh
di James Allen

Vai alla pagina ufficiale dell'opera

La traduzione in italiano dell'opera più famosa dell'autore
As a man thinketh è un libro scritto da James Allen nel 1902. "Come un uomo pensa nel suo cuore, così egli è": attraverso queste parole, l'autore ci conduce in un viaggio di scoperta nel quale diverremo consapevoli che il potere del nostro pensiero è in grado di manifestare la realtà che desideriamo.
Navigare nell'Oceano del Ch'i
di Giulio Achilli

Vai alla pagina ufficiale dell'opera

Un esercizio di rilassamento cosciente dall'antica saggezza taoista
Uno dei fondamenti che troviamo nelle pratiche di ogni tradizione di Crescita Personale è il Rilassamento: la costante ed incessante focalizzazione sulla rimozione delle tensioni inutili che serpeggiano nel nostro organismo vivente. Navigare nell'Oceano del C'hi è un esercizio di Rilassamento Cosciente di semplicissima esecuzione, in accordo alla millenaria tradizione taoista.

Meditazione – un approccio alla pratica – il respiro

Meditazione - il respiroContinuiamo questo nostro approfondimento sulla Meditazione, in questa forma, con alcune brevi indicazioni utili alla nostra pratica.

Le tecniche di Meditazione prese in sè stesse sono innumerevoli. L’inconveniente è che non serve a niente condividerle in una forma che prescinda la pratica, perchè la Meditazione è Azione, non Sapere. Tranne rarissime eccezioni, che sono in tutto e per tutto collegate al livello di Evoluzione raggiunto dall’Anima, data una tecnica nessuno la mette in pratica. La tecnica viene solamente stipata nel magazzino del Sapere, dove si impolvera per il mancato utilizzo e poi si dimentica, con il paradosso di darla per acquisita. Sappiamo bene che cosa significhi tutto questo, molto bene, se siamo un poco onesti con noi stessi.

Al di là delle tecniche, quindi, è più importante guardare con Attenzione ad alcuni elementi che unificano queste tecniche. Perchè è proprio in questi dettagli che la potenza della Meditazione emerge e si mostra nella sua chiarezza. Essendo questi elementi molto semplici, la loro comprensione ci aiuta a trasformare il Sapere in Azione, anche nel tessuto della nostra normale Vita quotidiana. Perchè si può praticare Meditazione anche camminando, o seduti su una panchina di un parco, o sorseggiando il nostro thè seduti al nostro bar preferito.

La nostra Mente di Superficie non è mai quieta, e la nostra Attenzione è sprofondata dentro di essa. Questo è il primo elemento basilare su cui la nostra Meditazione deve lavorare, ed è il nostro primo campo di intervento. La Mente di Superficie, nelle sue associazioni automatiche senza fine, deve essere progressivamente quietata per fare spazio al Silenzio; e per questa ragione, dobbiamo ancorarla a qualcosa che assorba la sua Attenzione al posto di queste associazioni.

…continua a leggere nel libro Introduzione alla Meditazione

 

La danza del Viaggiatore

Il nostro corpo fisico, un veicolo potente e straordinario, da un certo momento in avanti comincia progressivamente un lento cammino di auto-imballaggio. Si imballa, si indurisce, perde la sua naturale flessibilità, a causa della quantità di credenze e convinzioni letali che piomba su di lui, e poi è costretto a portare con sè come un fardello.

Questo fardello di credenze e convinzioni letali, del tipo non ci si comporta in questo modo, o di quelle ancora più assurde nelle quali si auto-imprigionano gli esseri umani da sè stessi, del tipo a questa età queste cose non si fanno più, diventano una coperta di piombo che lentamente incapsula il corpo fisico in un insieme ben determinato di posture, oltre le quali non ci si avventura più. In genere, gli esseri umani arrivano ad un punto tale da assumere al massimo una manciata di posture fisiche nell’arco dell’intera giornata, e qualsiasi occasione o sfida giunga a spingerli lontano da queste zone di comodo, diventa una vera e propria processione di sofferenza dalla quale sono ben felici di svicolare.

La salute spirituale di un Viaggiatore ha diverse unità di misura: una di esse è la capacità fluida di poter muovere il corpo fisico liberamente al ritmo di una musica, con il minor numero di blocchi emotivo-mentali di ostacolo a questo libero movimento. Più un Viaggiatore è in grado di muoversi liberamente a livello fisico al ritmo di una musica, più blocchi emotivo-mentali sta rimuovendo dal suo Cammino, più sta disattivando la sua pericolosissima Importanza Personale. Ovviamente, questa non è l’unica unità di misura, altrimenti tutti i danzatori sarebbero illuminati; tuttavia, essa rappresenta un eccellente indicatore sul proprio stato interiore, soprattutto se siamo individui polarizzati sul Centro Emozionale, o su quello Mentale: nel qual caso, diventa un salutare e quantomai opportuno esercizio da integrare nel tessuto della nostra Vita quotidiana.

…continua a leggere…

 

Lo Stadio Terra

Nella pratica del Ch’i Kung secondo la Tradizione taoista, i livelli di avanzamento nella raffinazione e nella disponibilità di Energia Interiore sono divisi in tre parti fondamentali.

Queste tre distinzioni non sono però circoscritte al solo ambito della pratica del Ch’i Kung. A ben analizzarle e comprenderle, ognuna di esse è espressione di un elemento astratto ben preciso, e di un ben preciso livello in cui un essere umano si colloca nella sua Crescita Personale, non solo nell’ambito circoscritto della pratica di questa Disciplina. Quindi è molto utile studiare e comprendere questi livelli, o stadi, come sono generalmente conosciuti: perchè essi ci danno preziose indicazioni che poi possono essere trasposte nell’intero tessuto della nostra Vita quotidiana.

Il primo stadio di lavoro nella pratica del Ch’i Kung è conosciuto come lo Stadio Terra. Lo Stadio Terra sono i fondamenti. Sono le radici da cui l’albero può crescere in potenza ed in deliberazione verso il Cielo. Tutti noi siamo affascinati e rimaniamo estasiati dalla contemplazione di un grande albero e delle sue imponenti chiome: ma siamo naturalmente portati ad ignorare il fatto energetico fondamentale che sottende l’opportunità che questo albero ha di essere così bello, forte e potente: le sue radici. Il suo radicamento nella Terra. Tanto più in alto un albero si spinge, tanto più forti e profonde sono le sue radici.

…continua a leggere…

 

La Disciplina dell’Ora del Potere

Uno dei più grandi inconvenienti che un Viaggiatore si trova a dover fronteggiare lungo il suo Cammino è in tutto collegato alla sua propria natura umana, o più esattamente terrestre. E’ assai semplice da scoprire, ma molto subdolo da osservare. E’ sfuggente. Si mimetizza, dietro scudi di menzogne che suonano sempre molto convincenti a noi stessi.

Il Viaggiatore è spinto costantemente a dimenticare. A dimenticare costantemente, e con facilità disarmante, tutte le sue più alte aspirazioni rivolte al Risveglio della sua Coscienza, e alla creazione di una Vita Straordinaria per sè stesso.

…continua a leggere…

 

Navigare nell’Oceano del C’hi – ebook completo

Uno dei fondamenti che troviamo nelle pratiche di ogni tradizione di Crescita Personale è il Rilassamento: la costante ed incessante focalizzazione sulla rimozione delle tensioni inutili che serpeggiano nel nostro organismo vivente.

Navigare nell’Oceano del C’hi è un esercizio di Rilassamento Cosciente di semplicissima esecuzione, in accordo alla millenaria tradizione taoista. In questo ebook, l’esercizio viene descritto nel dettaglio, assieme ai principi astratti di riferimento che regolano il Rilassamento Cosciente nelle sue linee generali.

Puoi scaricare l’ebook completo cliccando qui.

Buona pratica.