MICAT·IN·VERTICE
Crescita Personale - Lavoro Interiore - Formazione Spirituale
il web journal del Centro MareNectaris
Ricarica la tua Energia
il nuovo libro di Giulio Achilli
La pratica della Decantazione: ritornare centrati, energizzati e focalizzati tra i nostri impegni quotidiani
La Decantazione è una pratica semplice insegnata dalla Scienza Iniziatica, da inserire tra le proprie attività ed impegni quotidiani, al fine di purificare e ricaricare la propria Energia Interiore al massimo della efficienza possibile ed accessibile nel momento.
Questo libro presenta una descrizione teorica della Decantazione, e numerosi approfondimenti pratici e operativi di questo strumento. Con un ampio approfondimento su come Energia e Decantazione si collegano alla Sacra Scienza dell'Alchimia, alla Quarta Via di Georges Ivanovic Gurdjieff, e agli Insegnamenti del Maestro Gesù il Cristo; ed uno studio della correlazione tra operatività della Decantazione e apertura della nostra Coscienza alla ricezione di Intuizioni dai piani del Genio.
Portare la Presenza nel quotidiano
clicca qui per i dettagli sul percorso

Che cosa significa Spiritualità nel quotidiano

Spiritualità nel quotidianoLa Spiritualità è una Filosofia e una Scienza, la cui applicazione deve essere condotta nel quotidiano per essere dimostrata come tale, appunto. Come Filosofia che funziona, e come Scienza che produce risultati.

La Spiritualità non è un dogma, in cui crediamo ingenuamente a tutto quello che ha detto l’indio. La Spiritualità non è nemmeno bigottismo, in cui andiamo a messa la domenica e poi trattiamo le persone che amiamo come pezze da piedi. La Spiritualità è una Filosofia e una Scienza che ha lo scopo di trasformare l’essere umano in qualcosa di splendidamente superiore a sè stesso. Qualcosa di permanentemente connesso alla Divinità da cui è stato emanato, e da cui è stato costruito a Sua immagine e somiglianza.

Per la Scienza Iniziatica, Spiritualità è AZIONE.
L’Azione di manifestare lo Spirito nella Materia,
infiltrare lo Spirito nella Materia,
affinchè si producano opere straordinarie,
a beneficio, utilità e Servizio della Vita tutta.

Fondamentalmente, Spiritualità è riportare la Materia alla Dimora del Padre; quindi si tratta di AZIONE, di opere, di Lavoro costante e quotidiano.

Qui è dove la grandissima parte degli Aspiranti perde di vista lo scenario. I Cercatori, che sono più indietro nel Sentiero, non possono ancora essere impattati da questo accadimento. Ma per gli Aspiranti, esso è decisivo, ed è determinante nella prosecuzione del loro Cammino. Fintanto che non comprendono profondamente questo aspetto quotidiano della coltivazione della Spiritualità, che ora andremo a condividere e approfondire, restano Aspiranti e rimbalzano, su un muro che li respinge sempre indietro.

La Spiritualità è AZIONE. Come tale, si tratta di introdurre nel proprio tessuto quotidiano una serie di opere, di Azioni, di pratiche operative, che hanno esattamente lo scopo di coltivarla e condurla a maturazione. Tra queste pratiche operative, vi è la Meditazione; vi è il Lavoro Interiore sul GOVERNO cosciente dei propri pensieri, dei propri sentimenti, e delle proprie azioni.

Ovviamente, un Aspirante non può creare da solo a sè stesso una Disciplina di questo genere.
Come può una Personalità pianificare e seguire in Disciplina, da sola a sè stessa, una Via che porta alla perdita del suo dominio sulla persona che sta dominando?
Come può una Personalità permettere di vedere parti di sè stessi che le faranno perdere il suo dominio sulla persona che sta vedendo?

Queste Verità non piacciono alla Personalità; non le piace ascoltarle, e quindi la persona resta un Aspirante che rimbalza, fino a quando sarà convinta che le sarà possibile proseguire il Cammino da sola a sè stessa.

Quando si introducono nel proprio tessuto quotidiano delle pratiche operative spirituali, qui comincia una sfida importante per l’essere umano. Perchè la sua Vita è già piena zeppa di impegni, di attività, di lavori; come si fa a introdurre la Spiritualità in una Vita organizzata in questo modo? Infatti è impossibile, fino a quando gli impegni, le attività, i lavori, avranno totale priorità sulla coltivazione dello Spirito.

Molte persone che procedono sul Cammino Spirituale non sono consapevoli di un Fatto Energetico molto importante: affinchè la Spiritualità generi ciò che è nel suo obiettivo, e cioè la generazione di un essere umano splendidamente superiore a sè stesso, occorre concedere una parte dello SpazioTempo quotidiano, ogni giorno tutti i giorni, ad una pratica ed opera conforme. La Spiritualità non è soltanto la domenica, o soltanto una sera a settimana; progressivamente, la Spiritualità diventa il tessuto attorno al quale ruota l’interezza dell’esistenza quotidiana di un individuo, incominciando da piccole mosse, da applicarsi proprio nel quotidiano.

Questo significa forse che la persona deve sacrificare la sua Vita tutta e subito? No. Non significa questo, nè mai la Spiritualità significherà una cosa del genere. Semplicemente, significa che la Spiritualità pervade sempre più le attività della Vita quotidiana, modificandone scopi, funzioni, e comportamenti. Altrimenti, l’essere umano resta nel dominio completo della sua Personalità, con le Aspirazioni della Personalità, con gli obiettivi della Personalità, con i comportamenti della Personalità; e in questo scenario completamente occupato, non vi potrà essere lo SpazioTempo per connettersi allo Spirito.

Fintanto che una persona non realizza interiormente – senza pressioni esterne di alcun genere – la necessità di questo cambio interiore di paradigma, essa dedicherà alla Spiritualità un massimo di più o meno 2/3 ore a settimana – che certamente è utile, certamente è maggiore di zero, come ama dire un mio fratello; ma occorre avere la Consapevolezza che se ci si applica alla Spiritualità 2/3 ore a settimana, si otterranno i risultati di 2/3 ore a settimana; così come se suono il pianoforte 2/3 ore a settimana, otterrò risultati conformi a questo Tempo; così come se studio una materia universitaria 2/3 ore a settimana, il Tempo della mia Laurea arriverà, come dire, con calma. Tutto segue questa regola su questa Terra meravigliosa, e la Spiritualità non fa eccezione.

Ciò che un essere umano teme profondamente – quando possiede ancora la Massa Animica di un Aspirante – è di perdere le cose che brama, le cose che desidera, le sue «proprietà», i suoi interessi, se concede SpazioTempo quotidiano alla Spiritualità. Egli crede che 2/3 ore a settimana, quando non sono di meno, siano bastanti e sufficienti alla sua Trasmutazione Superiore. Nessuna di queste due considerazioni è vera; ma un Aspirante può impiegare decenni, se non secoli, a comprenderlo. Pazienza; ci vorrà il Tempo che ci vorrà.

Quando un Aspirante realizza che è necessario dedicare alla Spiritualità uno SpazioTempo quotidiano, questa realizzazione viene a lui a causa del miracolo della Percezione del suo reale stato interiore; il miracolo della Percezione che la Vita che sta conducendo non lo sta portando dove credeva di arrivare. Quando questa maturazione avviene nell’interiorità di un Viaggiatore – per un incredibile miracolo – significa che egli, uomo o donna che sia, ha raggiunto la Massa Animica del suo prossimo passo avanti. Il passo che la porterà a introdurre operativamente la Spiritualità nel suo quotidiano, ogni giorno, tutti i giorni.

Affinchè sia trasformativa e reale, la Spiritualità deve essere presente in forma di AZIONE nel quotidiano di un Individuo. Niente che non sia superfluo sarà sacrificato; ma ciò che si otterrà, sarà di un ordine superiore, e di una intensità tale per cui non vi sarà alcun rimorso, e alcun rimpianto.

Se la sua Massa Animica Solare è arrivata ad un punto sufficiente, qualsiasi Viaggiatore Spirituale di qualsiasi Tradizione, da oriente a occidente, vive la Spiritualità seguendo pratiche operative nel suo quotidiano, ogni giorno tutti i giorni. Se gli chiederete in proposito, a sue parole, egli vi risponderà esattamente ciò che è spiegato in questo documento.

Condividi questo contenuto su:
Nella Biblioteca di MareNectaris

Concentrazione
di Ernest Wood
Un corso pratico con supplemento sulla Meditazione
La nostra mente è un meraviglioso veicolo di creazione, esplorazione e comprensione della Realtà. Questo libro di Ernest Wood introduce ed approfondisce alcuni assiomi fondamentali necessari al pieno sviluppo di questo strumento, in un percorso costituito da contenuti teorici, esercizi pratici, ed una progressiva coltivazione degli stati interiori cardinali di questa riconquista: la Concentrazione, la Meditazione e la Contemplazione.

La Legge di Risonanza
di Giulio Achilli
IO·SONO·ORIGINE - nuova edizione cartacea
La Legge di Risonanza è una delle Leggi Spirituali Fondamentali del nostro Universo meraviglioso. Essa determina con precisione assoluta che cosa un essere umano raccoglie dalla sua propria semina, perchè ogni nostro raccolto è il frutto non eludibile di una semina che parte da noi. Questo libro, in una nuova edizione cartacea, espande ed approfondisce il testo completo del film-documentario prodotto dal Centro MareNectaris; ed ha l'Intento di presentare al lettore un sentiero di comprensione di questa Legge, e una modalità operativa di accordo al suo funzionamento. Per costruire una Vita migliore, più creativa, più equilibrata, più serena, e pienamente integrata nel tessuto della propria intima Ricerca Spirituale.

La Legge di Risonanza
di Giulio Achilli
IO·SONO·ORIGINE - il testo completo del film-documentario
Vai alla pagina ufficiale dell'opera
La prima parte, «I Fondamenti», introduce la Legge di Risonanza nei suoi fondamenti e nelle sue simmetrie con la Fisica Naturale. La seconda parte, «Il Campo di Risonanza», entra nello specifico del Campo di Coscienza ed Energia di un essere umano, descrivendo come esso possa trarre il suo massimo beneficio dalla conformazione armoniosa a questa Legge. La terza parte, «Il Lavoro pratico», introduce le principali tecniche e pratiche con cui un Viaggiatore può costruire, con Pazienza ed Intento, l'opera straordinaria della sua Vita in accordo all'operato della Legge.

Parsec
di Giulio Achilli
Libro I - Verso il Deserto di Moab
Vai alla pagina ufficiale dell'opera
Parsec è un libro di poesie che racconta dell'inizio del viaggio di un essere umano nel Grande Deserto di Moab.
Il viaggio verso la totalità di sè stessi, verso il luogo dove la menzogna si stempera e scompare, verso il luogo che ci appartiene per diritto come esseri umani.
Verso la dimora degli Dei.


di Giulio Achilli
L'esperienza quotidiana di una pratica spirituale fondamentale
di Giulio Achilli
Espandere e liberare la nostra creatività personale e spirituale
di Giulio Achilli
Guarire e purificare Anima in accordo alla Vita
di G. Achilli - W.Wattles
Salire al meglio di sè stessi per vivere una Vita di senso e di valore
di Giulio Achilli
Un esercizio di rilassamento cosciente dall'antica saggezza taoista
di Ralph Waldo Emerson
La Legge di Compensazione - traduzione in italiano
di Giulio Achilli
Capitolo tratto dal libro Virtù Superiori
di Giulio Achilli
Entrare nella Coscienza e nella Presenza di Vita profondamente in sè stessi
di Giulio Achilli
Condurre la mente verso il Silenzio attraverso le Percezioni del Mondo


Segui MareNectaris su:

Disclaimer

- Privacy policy

- Cookie policy

- info AT marenectaris DOT net