MICAT·IN·VERTICE
Crescita Personale - Lavoro Interiore - Formazione Spirituale
il web journal del Centro MareNectaris
La Grandezza Interiore
di G.Achilli e W.Wattles
Acquista su
MacroLibrarsi
Acquista su
Il Giardino dei Libri
Salire al meglio di sè stessi per vivere una Vita di senso e di valore
Questo libro ha l'Intento di trasmettere al lettore-ricercatore una sacra possibilità: quella di riscoprire, riconoscere ed alimentare il principio della propria Grandezza Interiore. Attraverso strumenti, Meditazioni, comprensioni, processi pratici da vivere nel quotidiano, procederemo verso la percezione della nostra vera Grandezza Interiore, del nostro intimo, profondo valore. Con la traduzione integrale dell'opera La Scienza di Essere Grandi, di Wallace Wattles, sempre curata da Giulio Achilli.
La Legge del Ritmo

La Legge del Ritmo

La Legge del Ritmo è una delle Leggi Fondamentali operanti nel nostro Universo meraviglioso.

Essa afferma che nei piani inferiori della Manifestazione – i piani che sono soggetti allo spazio, al tempo, alla Materia, e alle Forze interagenti sulla Materia (come la gravità) – l’andamento su base temporale di qualsiasi processo ha una forma che graficamente può essere riassunta in questo modo:

In altre parole, tutti i processi che accadono sui piani inferiori, ovvero sul piano fisico/eterico, astrale e mentale inferiore, hanno un andamento che oscilla nel corso del tempo tra le due polarità che ne sono, potremmo dire così, contenitore espressivo. Creazione e distruzione. Alte emozioni e basse emozioni. Pensiero lucido e impastata apatia mentale.

Non conoscere l’esistenza di questa Legge, o ignorarla, non è molto saggio. Perchè operare al di fuori dei suoi confini equivale davvero, molto spesso, a cercare di fermare il vento con le mani. Ho già avuto modo, in questo documento che descrive i giorni del Nulla, di portare all’Attenzione dei Viaggiatori quanto importante sia questo aspetto ineludibile della nostra Realtà. Oggi, approfondendo un pizzico in più la Legge del Ritmo, ne esamineremo nuovi ed ulteriori aspetti.

L’essere umano naturale tende ad isolare i momenti in cui il Ritmo muove nell’intorno della polarità a più alta vibrazione, e a ritenere che sia possibile vivere in questo modo tutta la Vita. In due esempi di normale Vita quotidiana, se mi trovo in un momento di grandissima forma fisica, in cui tutte le mie attività sportive mi riescono naturalmente ad eccezionali livelli di performance, allora sono portato ad illudermi, perchè di questo si tratta, che questo livello di forma possa essere mantenuto indefinitamente; oppure, se mi trovo in uno stato emotivo ad alta vibrazione, pieno di gioia, di voglia di fare, di entusiasmo, allora sono portato ad illudermi di poter conservare questo stato interiore in modo indefinito.

Questa è una illusione. Chiunque, uomo o donna che sia, può certificare a sè stesso l’illusorietà di questa possibilità, perchè l’ha misurata e vista in sè stesso infinite volte. La forma fisica ritorna ad uno stato più basso di quel picco di eccellenza, e non si sa perchè; lo stato di gioia ed entusiasmo lascia il posto ad uno stato emotivo più neutro, e non si sa perchè; apparentemente, da solo è sorto, e da solo se ne è andato, e per quanto ci sforziamo di richiarmarlo indietro, non ritorna. Ritornerà, certo, ma in un altro tempo, spesso impredicibile: questa è la Legge del Ritmo in azione.

Un Viaggiatore tiene in grandissima considerazione questa Legge, nel tessuto della sua esistenza, proprio in virtù della sua fondamentale importanza. E lo fa in diversi modi: uno di questi, è assecondare in modo armonioso i giorni del Nulla, che da soli vengono e da soli se ne vanno, proprio per effetto di questa Legge. Ma non è soltanto il piano fisico/eterico a ricevere la sua Attenzione: anche i luoghi interiori dove si muovono le sue emozioni ed il suo pensiero concreto sono sotto il Focus del suo occhio attento; perchè egli sa che la gran parte delle fluttuazioni che percepisce interiormente in queste parti di sè non sono figlie di un suo difetto, di un suo malfunzionamento, di una sua incapacità: sono espressione di una Legge. E come tali, non si possono evitare.

Risvegliando e nutrendo la sua capacità percettiva, e dunque la sua sottigliezza, un Viaggiatore è in grado di avvertire in sè quando il Ritmo sta portando un suo veicolo nell’intorno della polarità a più bassa vibrazione; e quelli sono i momenti in cui un Viaggiatore si prepara all’impatto, ovvero non si lascia trascinare in modo incosciente da una corrente che non può fermare, e non tenta di cambiarla in modo forzoso in un aspetto a più alta vibrazione. Perchè è proprio questo il senso della metafora di cercare di fermare il vento con le mani: l’unica opzione possibile, quando si alza il vento, è navigare sfruttando la sua forza, non mettersi a piangere rammaricandosi che le nostre mani non riescano a fermarlo.

Un esempio pratico: se il mio Veicolo Astrale, che nei suoi piani inferiori è il veicolo di trasmissione e percezione di quelle correnti di Energia che chiamiamo emozioni e sentimenti, sta giungendo ad una fase di picco a bassa vibrazione, posso avvertirlo facilmente in me stess@ proprio a causa delle emozioni che naturalmente si liberano in me, al di là del mio controllo; se in questi momenti perdo il mio Centro e mi abbandono inerte alla Legge del Ritmo, posso vanificare tutto quello che di buono ho fatto fino a quel momento: posso avvertire la tentazione di abbandonare un corso che sto seguendo, una pratica giornaliera che mi sta facendo bene, una dieta; posso rinchiudermi in uno scafandro e buttare fuori tutte le persone che mi sono intorno, per poi domandarmi perchè mi hanno lasciato; oppure posso smettere di fare le mie cose importanti, le cose a cui ho dedicato la mia Vita e le mie risorse, per poi ricominciare ogni volta dallo stesso punto ad ogni cambio di Ritmo, senza nemmeno accorgermi di stare correndo la corsa del sorcio.

Il punto è che la Legge del Ritmo è inesorabile, e i nostri veicoli inferiori non possono affrancarsi dal suo dominio. Che cosa rimane, allora? Continuare a farsi trascinare come buratti inermi, o incominciare a studiare noi stessi per vedere all’opera, per scoprire, per Sentire, il Ritmo di questo pendolo inesorabile che trascina con sè i nostri veicoli?

Ignorare l’operato di questa Legge nella nostra Vita è continuare ad abbandonarsi ad ogni fluttuazione, lasciando che il flusso governi dove dobbiamo andare e chi vogliamo essere, invece di restare al timone di Sè.

Ed anche, continuare a (fare finta di) non vedere tutte le cose che abbiamo abbandonato, o lasciato incompiute dietro di noi.

Proprio per aver abbandonato il timone.

Proprio per aver abbandonato la nostra Verità.

Nella Biblioteca di MareNectaris
Salire al meglio di sè stessi per vivere una Vita di senso e di valore
Questo libro ha l'Intento di trasmettere al lettore-ricercatore una sacra possibilità: quella di riscoprire, riconoscere ed alimentare il principio della propria Grandezza Interiore. Attraverso strumenti, Meditazioni, comprensioni, processi pratici da vivere nel quotidiano, procederemo verso la percezione della nostra vera Grandezza Interiore, del nostro intimo, profondo valore. Con la traduzione integrale dell'opera La Scienza di Essere Grandi, di Wallace Wattles, sempre curata da Giulio Achilli.

Chi sta usando la tua mente? - nuova edizione cartacea
Il testo completo del film-documentario in una nuova edizione cartacea aggiornata ed ampliata; con nuove aggiunte ed integrazioni al testo originale; una serie di Esercizi di Lavoro Interiore per trasformare il Sapere in Saggezza; una parte finale dedicata alle domande e risposte, con alcuni tra i quesiti più interessanti proposti dai Viaggiatori nel corso del tempo.

36 Discipline per la costruzione di un'Anima
Virtù Superiori è un libro in cui 36 Discipline di Potere, 36 attitudini interiori, si uniscono in forza coesiva per accordarsi ad uno scopo supremo, alla più grande e più straordinaria delle nostre possibilità: ritornare in Coscienza all'Essenza Interiore Reale che noi siamo veramente nelle nostre meravigliose profondità interiori. Ritornare in Coscienza al Sè Divino che noi siamo in Verità.

Un percorso verso la Meditazione - corso pratico con supplemento sulla Meditazione
La nostra mente è un meraviglioso veicolo di creazione, esplorazione e comprensione della Realtà.
Questo libro di Ernest Wood introduce ed approfondisce alcuni assiomi fondamentali necessari al pieno sviluppo di questo strumento, in un percorso costituito da contenuti teorici, esercizi pratici, ed una progressiva coltivazione degli stati interiori cardinali di questa riconquista: la Concentrazione, la Meditazione e la Contemplazione.

Il divino strumento del Ritorno alla Verità del Sè
Meditazione è creare uno spazio interiore di Silenzio ed Ascolto, in cui il Sè Superiore, l'Anima, la Triade Superiore, il vero Viaggiatore, può cominciare finalmente ad emergere, a riversarsi nella nostra Coscienza, ed infine a manifestarsi, nel divino scopo per cui ha assunto la sua attuale forma umana. Come da sempre desidera ed anela. Come da sempre ci incita a fare.

Documento precedente
Documento successivo

di Ernest Wood
Un percorso verso la Meditazione - corso pratico con supplemento sulla Meditazione
di G.Achilli e W.Wattles
Salire al meglio di sè stessi per vivere una Vita di senso e di valore
di Giulio Achilli
Armonizzare la nostra esistenza intorno a queste tre aree fondamentali
di Giulio Achilli
Capitolo tratto dal libro Virtù Superiori


Disclaimer

- Privacy policy

- Cookie policy

- info AT marenectaris DOT net