MICAT·IN·VERTICE
Crescita Personale - Lavoro Interiore - Formazione Spirituale
il web journal del Centro MareNectaris
La Grandezza Interiore
di G.Achilli e W.Wattles
Acquista su
MacroLibrarsi
Acquista su
Il Giardino dei Libri
Salire al meglio di sè stessi per vivere una Vita di senso e di valore
Questo libro ha l'Intento di trasmettere al lettore-ricercatore una sacra possibilità: quella di riscoprire, riconoscere ed alimentare il principio della propria Grandezza Interiore. Attraverso strumenti, Meditazioni, comprensioni, processi pratici da vivere nel quotidiano, procederemo verso la percezione della nostra vera Grandezza Interiore, del nostro intimo, profondo valore. Con la traduzione integrale dell'opera La Scienza di Essere Grandi, di Wallace Wattles, sempre curata da Giulio Achilli.
Presenza sulle tensioni emozionali

Presenza sulle tensioni emozionali

[..]
La personalità automatica può reagire, e questa è una delle sue armi più potenti, con emozioni di basso profilo energetico, come ad esempio l’ansia che il nostro amico Alberto sente in lui. La depressione ne è un altro aspetto possibile. La noia un altro ancora. Il disagio emozionale è una delle cose che più spaventa e mette in fuga un essere umano, al punto da condurlo a temere persino il suo avvento, prima ancora della sua manifestazione.
[..]
dobbiamo sapere da subito che attraverseremo correnti emozionali di profonda tensione e disagio, fin quasi alla sofferenza. Esse sono il naturale sacrificio che dobbiamo officiare per generare Energia che alimenti la Coscienza. Naturalmente, queste correnti emozionali devono essere gestite in un modo preciso, altrimenti non trasmutano in Energia capace di alimentare i nostri processi di crescita e sviluppo di Coscienza.
[..]

dal documento Pazienza e Serenità

La nostra interazione con le correnti emozionali dentro di noi è uno degli aspetti del nostro Lavoro Interiore più difficili da affrontare, nella linea che coinvolge la riemersione del nostro Essere Interiore Reale. Nessuno di noi può attendersi che la personalità automatica ceda serenamente lo scettro del comando senza opporre resistenza: e questo fatto energetico, presto o tardi, lo realizzano tutti i ricercatori interiori onesti e persistenti.

Noia, depressione, rabbia generica senza nome, tristezza immotivata, strana apatia. Quale ne è il motivo? Nessuno. Non c’è nessun motivo. Perchè esistono in noi, allora, se a volte basta persino una semplice domanda come questa a smascherarne la fondamentale irrealtà motivazionale?

Le cause sono molteplici, e sono strettamente correlate al nostro Lavoro Interiore. E’ questo nostro lavoro che le sta portando in superficie, le sta rendendo consapevoli, visibili, manifeste. Esse non sorgono dal nulla. Sono dentro di noi chissà da quanto tempo, ed ora risaltano, come conseguenza della nostra azione di portare Luce nelle ombre meccaniche dei nostri spazi interiori.

Al livello più superficiale, le tensioni emozionali di basso profilo energetico che sentiamo dentro di noi sono una esatta misura della  distanza che esiste ad ogni istante tra la personalità automatica e l’Essere Interiore Reale, cioè la nostra Anima. Più siamo distanti da ciò che siamo davvero, e quindi dalla nostra missione da compiere su questa Terra meravigliosa, più questa tensione ce lo mostra in modo sofferente e cristallino, l’unico modo in grado di scuotere il nostro apatico torpore in maniera non arginabile. Questa tensione emozionale accompagna ogni essere umano del pianeta Terra che non abbia intrapreso un reale e responsabile percorso di comprensione di sè stesso, perchè ne rappresenta immagine della sua divisione interiore. Non so chi sono, dunque faccio cose casuali, queste cose non possono rendermi felice perchè non sto facendo quello per cui sono qui, il risultato è dukkha: insoddisfazione, una nostalgia senza nome, una serie di domande che temo di pormi e verso le quali sfuggo ogni possibile risposta.

Se un essere umano arriva a realizzare che deve cambiare qualcosa dentro di sè affinchè qualcosa cambi davvero, giunge alla soglia della sua decisione fondamentale: intraprendere il Lavoro Interiore, ed assumersi la responsabilità totale di questo Lavoro. Un Lavoro che lo porti a sanare la sua divisione, e a far riemergere l’Essere Interiore Reale in lui a piena Vita ed espressione.

Questa decisione, e le azioni che ne derivano, amplificano ulteriormente l’intero schema, perchè le tensioni emozionali ora sono osservate, cioè illuminate dalla Luce della Consapevolezza, laddove prima erano semplicemente aderite. E così, se ad esempio prima ci sentivamo vagamente in tensione, potrebbe accadere di percepirci carichi di una rabbia e di un odio che quasi fatichiamo a contenere. Pensiamo “E che, adesso mi sento peggio di prima??! “. Ciò è conseguenza normale dell’osservazione consapevole: non è che prima questa emozione non ci fosse, anzi, la sua intensità è proprio quella che ora ci sembra inarginabile. L’unica differenza è che prima aderivamo quiescienti come burattini sonnambuli, mentre ora stiamo erigendo i Bastioni dell’Anima: e questo evento produce resistenza, attrito, ma anche Luce e comprensioni maggiori.

Questa è la parte più difficile del Lavoro Interiore nella linea che coinvolge la riemersione dell’Essere Interiore Reale: le correnti emozionali devono essere gestite in questo punto in un modo preciso: attraverso il Silenzio Interiore, cioè attraverso la percezione della emozione nell’istante presente mescolata alla percezione di un sentire profondo dentro di noi che esiste e resiste in stato di distacco dalla percezione. Cioè a dire, c’è l’emozione, la tensione, ci sono le percezioni dell’istante presente, e c’è un sentire profondo in me che percepisce ed elabora questo flusso di informazioni senza scivolare nel sonno dell’automatico seguire.

Questo stato non è lo stato ordinario di percezione, perchè nello stato ordinario di percezione manca l’ingrediente fondamentale: il sentire interiore profondo che percepisce ed elabora ciò che sta accadendo nell’istante in cui accade. Nello stato ordinario di percezione, esistono solo le percezioni, in uno stato offuscato e annebbiato dai meccanismi automatici di parole inutili e tempo inesistente che è ciò che io chiamo Mente di Superficie. Cercate di elaborare queste mie parole, nel contesto della vostra Vita quotidiana: lo stato di percezione ordinario che chiamiamo veglia non possiede mai la profondità di un sentire interiore che si sforza di emergere attraverso le percezioni dell’istante presente. Questo sforzo di profondità è la Presenza. Questo sforzo di profondità è Anima in progredire. Guardate la vostra Vita, mettete in azione ciò che sapete, e lo vedrete al di là di ogni parola e di ogni spiegazione bidimensionale si possa mai fornire.

Questa è una delle possibili interazioni con le forti correnti emozionali che ci scuotono e ci intrappolano: questo è il modo preciso che ho inteso indicare nel passaggio precedente. Questo modo preciso è energeticamente funzionale alla riemersione del nostro Essere Interiore Reale, ed ora potete ben comprendere perchè questo lavoro non sia, nè potrà mai essere, un cafetano che svolazza dietro pindarici autocondizionamenti mentali. Senza Energia non arriviamo da nessuna parte, nemmeno all’ingresso del portone. Senza Intento, nel particolare senza Intento di osservazione distaccata, la nostra Energia alimenterà ulteriormente queste correnti emozionali quando esse verranno a reclamare il tributo del loro esistere, e ci impastoieremo sempre più in qualcosa che ci corrode a puntate, come l’Aquila di Prometeo. Senza Intento ed Energia, la Presenza è impossibile.

E’ facile? Solo chi parla per sentito dire può dirvi che lo sia. E’ subito? Possono volerci anni, a volte persino decenni di costante, indomita, incessante pratica, prima di arrivare a bagliori di oggettiva realizzazione tali da innescare il cedimento delle catene. Tutto è legato a quanto saldo sia il nostro Intento di essere liberi. Tutto è legato a quanto radicata sia la nostra Aspirazione a liberare l’Anima in noi, affinchè sia manifestato il suo Sogno Personale. Tutto è legato, alla fine, a quanto stufi siamo di vivere nella sofferenza, in ciò che non siamo, o in una sorda e corrosiva tensione di fondo che sembra non andarsene mai.

Per questo le parole sono in larga misura inutili. Nessuna parola ha mai creato Anima: solo l’Azione è il Fuoco della Sua forgia.

Ho visto magnifici guerrieri interiori in potenza cadere sconfitti da questa sfida, arresi al fantasma del tempo, alla logica, agli esseri umani sonnambuli intorno a loro che li fiaccavano costantemente come mosche d’estate. Sconfitti da un pensiero che diventava emozione, da un alibi che mascherava la paura. Siate accorti. Non sottovalutate mai il cammino, per nessuna ragione.

Tira un vento freddo, qui fuori, prima di arrivare a Casa.

Nella Biblioteca di MareNectaris
Salire al meglio di sè stessi per vivere una Vita di senso e di valore
Questo libro ha l'Intento di trasmettere al lettore-ricercatore una sacra possibilità: quella di riscoprire, riconoscere ed alimentare il principio della propria Grandezza Interiore. Attraverso strumenti, Meditazioni, comprensioni, processi pratici da vivere nel quotidiano, procederemo verso la percezione della nostra vera Grandezza Interiore, del nostro intimo, profondo valore. Con la traduzione integrale dell'opera La Scienza di Essere Grandi, di Wallace Wattles, sempre curata da Giulio Achilli.

Chi sta usando la tua mente? - nuova edizione cartacea
Il testo completo del film-documentario in una nuova edizione cartacea aggiornata ed ampliata; con nuove aggiunte ed integrazioni al testo originale; una serie di Esercizi di Lavoro Interiore per trasformare il Sapere in Saggezza; una parte finale dedicata alle domande e risposte, con alcuni tra i quesiti più interessanti proposti dai Viaggiatori nel corso del tempo.

36 Discipline per la costruzione di un'Anima
Virtù Superiori è un libro in cui 36 Discipline di Potere, 36 attitudini interiori, si uniscono in forza coesiva per accordarsi ad uno scopo supremo, alla più grande e più straordinaria delle nostre possibilità: ritornare in Coscienza all'Essenza Interiore Reale che noi siamo veramente nelle nostre meravigliose profondità interiori. Ritornare in Coscienza al Sè Divino che noi siamo in Verità.

Un percorso verso la Meditazione - corso pratico con supplemento sulla Meditazione
La nostra mente è un meraviglioso veicolo di creazione, esplorazione e comprensione della Realtà.
Questo libro di Ernest Wood introduce ed approfondisce alcuni assiomi fondamentali necessari al pieno sviluppo di questo strumento, in un percorso costituito da contenuti teorici, esercizi pratici, ed una progressiva coltivazione degli stati interiori cardinali di questa riconquista: la Concentrazione, la Meditazione e la Contemplazione.

Crescita Personale
di Giulio Achilli
Vai alla pagina ufficiale dell'opera
Lo sviluppo cosciente e deliberato di un Ponte interiore verso stati di Coscienza superiori
Il termine Crescita Personale ha in questo contesto un significato ben preciso: lo sviluppo cosciente e deliberato di un Ponte interiore verso stati di Coscienza superiori. Questo processo coincide con ciò che tutte le tradizioni esoteriche radicate nella Verità chiamano creazione e sviluppo di un'Anima: la creazione e lo sviluppo di una sottile Quintessenza interiore che possa mantenere la Coscienza di Sè alla dissoluzione del corpo fisico, e si ponga in cosciente e deliberato accordo con la sua propria evoluzione.

Documento precedente

di Giulio Achilli
IO·SONO·ORIGINE - il testo completo del film-documentario
di Ernest Wood
Un percorso verso la Meditazione - corso pratico con supplemento sulla Meditazione
Chi sta usando la tua mente? - il sito ufficiale del film-documentario
di Giulio Achilli
36 Discipline per la costruzione di un'Anima


Disclaimer

- Privacy policy

- Cookie policy

- info AT marenectaris DOT net