MICAT·IN·VERTICE
il web journal del Centro MareNectaris
La Biblioteca di MareNectaris
Lo Sfidante
di Giulio Achilli
Acquista su
MacroLibrarsi
Acquista su
Il Giardino dei Libri
Chi sta usando la tua mente? - nuova edizione cartacea
Il testo completo del film-documentario in una nuova edizione cartacea aggiornata ed ampliata; con nuove aggiunte ed integrazioni al testo originale; una serie di Esercizi di Lavoro Interiore per trasformare il Sapere in Saggezza; una parte finale dedicata alle domande e risposte, con alcuni tra i quesiti più interessanti proposti dai Viaggiatori nel corso del tempo.

L’impatto della frammentazione

Quando un essere umano comincia a conoscersi un pò, vede in se stesso delle cose che lo fanno inorridire. Fintanto che un essere umano non si fa orrore, non sa niente di se stesso.

Ricordo con chiarezza la mia reazione, quando lessi queste parole per la prima volta. Lo stato della mia Consapevolezza di quel momento, e la summa di quanto avevo letto in quel libro fino a quel punto, mi portarono subito alla conclusione che l’uomo che aveva pronunciato queste parole era un pazzo pericoloso. Pericoloso, perchè parlava in modo da destabilizzare pesantemente le strutture interiori di chi lo ascoltava. E chi era costui, per permettersi di parlare in questo modo?

E poi, ciò che diceva era ai miei occhi palesemente falso, perlomeno per quel che riguardava me. Mi sentivo sul cammino, volenteroso e pieno di entusiasmo. Non provavo alcun orrore di me stesso, anzi. E dunque, ritenevo a maggior ragione che quello che stavo leggendo fosse uno stormo di parole false alle quali non credevo assolutamente.

Del resto, già avevo abbondantemente rimosso come non attinente al mio caso una parte precedente, che aveva provocato in me una seria avversione al libro che avevo tra le mani.

Il più grande insulto per un ‘uomo-macchina’, è dirgli che non può fare nulla, che non può raggiungere nulla, che non potrà mai avvicinarsi ad uno scopo qualsiasi e che, tendendo verso uno scopo, ne farà apparire inevitabilmente un altro. E di fatto non può essere altrimenti. L’ ‘uomo-macchina’ è in balìa dell’accidente, del caso.

Forse, pensavo, sarà vero per qualcun altro ma non per me. Se mi metto in testa qualcosa, continuavo, io la porto a termine, e quello che manifesto è e sarà esattamente quello che volevo inizialmente. Insomma, alla fine tutta questa parte era per me esattamente un grande insulto. Come potevo io non avere il potere di fare nulla e raggiungere nulla?

Così, mi disfeci di quel libro con la velocità del lampo, nel modo che all’epoca mi era peculiare quando volevo sbarazzarmi di qualcosa che avevo deciso non essermi di alcuna utilità.

E da quel momento sono trascorsi anni.

Ed ora, solo ora, capisco perfettamente quanto quel testo ha tentato di comunicarmi. Ed è un sapere che non è legato ad alcun insegnamento diretto di scuole di Quarta Via, cioè scuole che si rifanno espressamente agli insegnamenti di Gurdjeff. Nessun essere umano addentro alla Quarta Via mi ha mai parlato di tutto questo. Nessun praticante della Quarta Via ha mai tentato di convincermi intellettualmente di questo, anche perchè, qualche anno fa, lo avrei allontanato da me con la rapidità della luce.

La Vita mi ha fatto il regalo più bello. La Vita me lo ha fatto vedere con i miei occhi.

Io ho visto cose in me che davvero, davvero, mi hanno fatto orrore. Io ho visto chiaramente in me come il potere di fare fosse inestricabilmente incatenato alla legge dell’accidente e alla conseguente casualità del subire accidentalmente una qualsiasi Terza Forza. Io ho visto chiaramente, dentro di me, quanto il potere di fare fosse spazzato via da quella moltitudine altalenante che usa sempre il pronome ‘Io’, e vuole in maniera altrettanto altalenante una moltitudine di cose diverse.

Io ho visto chiaramente, dentro di me, quanto le parole che tanto mi avevano disturbato fossero vere, al punto da mostrarmi come il sole a mezzogiorno l’arroganza e la presunzione con le quali le avevo sotterrate.

Per cui, a tutti quelli che sono stati presi nella gravitazione del Lavoro Interiore, desidero esprimere un invito.

Preparatevi all’impatto.

Preparatevi all’impatto con serenità, con grazia, con disciplina, con efficienza, ma preparatevi, perchè lo vedrete con i vostri occhi e non sarà un bel vedere. Preparatevi all’impatto della realizzazione che l’Intento necessario a creare e sostenere la Terza Forza che vi dia il potere di fare parte da un livello molto prossimo allo zero. Chi sta lavorando interiormente sa perfettamente che cosa intendo dire con questa frase, dunque non la spiegherò oltre.

Preparatevi all’impatto, perchè qualsiasi sia la strada di ricerca interiore che state percorrendo, un giorno dovrete passare da questo Varco. E se non avete preparato un bel bagaglio di serenità, accettazione e disciplina, potrebbe essere duro fronteggiare l’orrore della vista e della pressochè totale incontrollabilità delle molteplicità divise che vedrete dentro di voi. Una la mattina, un paio il pomeriggio, e visto che non ci facciamo mancare niente, un paio anche la sera e per la notte. E tutte vogliono e desiderano cose diverse, l’una dall’altra. Sto andando al mare? Ma non mi piacevano i monti? Ma allora perchè adesso sto andando in città?

Non arrivate al Varco senza essere preparati all’impatto.

Anche solo sapere che esiste vi aiuterà. Di questo ne sono sicuro.

Nella Biblioteca di MareNectaris
Lo Sfidante
di Giulio Achilli
Acquista su
MacroLibrarsi
Acquista su
Il Giardino dei Libri

Chi sta usando la tua mente? - nuova edizione cartacea
Il testo completo del film-documentario in una nuova edizione cartacea aggiornata ed ampliata; con nuove aggiunte ed integrazioni al testo originale; una serie di Esercizi di Lavoro Interiore per trasformare il Sapere in Saggezza; una parte finale dedicata alle domande e risposte, con alcuni tra i quesiti più interessanti proposti dai Viaggiatori nel corso del tempo.
Virtù Superiori
di Giulio Achilli
Acquista su
MacroLibrarsi
Acquista su
Il Giardino dei Libri

36 Discipline per la costruzione di un'Anima
Virtù Superiori è un libro in cui 36 Discipline di Potere, 36 attitudini interiori, si uniscono in forza coesiva per accordarsi ad uno scopo supremo, alla più grande e più straordinaria delle nostre possibilità: ritornare in Coscienza all'Essenza Interiore Reale che noi siamo veramente nelle nostre meravigliose profondità interiori. Ritornare in Coscienza al Sè Divino che noi siamo in Verità.
Concentrazione
di Ernest Wood
Acquista su
MacroLibrarsi
Acquista su
Il Giardino dei Libri

Un percorso verso la Meditazione - corso pratico con supplemento sulla Meditazione
La nostra mente è un meraviglioso veicolo di creazione, esplorazione e comprensione della Realtà.
Questo libro di Ernest Wood introduce ed approfondisce alcuni assiomi fondamentali necessari al pieno sviluppo di questo strumento, in un percorso costituito da contenuti teorici, esercizi pratici, ed una progressiva coltivazione degli stati interiori cardinali di questa riconquista: la Concentrazione, la Meditazione e la Contemplazione.
Essere e Fare
di Giulio Achilli

Vai alla pagina ufficiale dell'opera

Il fare come conseguenza dell'Essere
Il cammino di ogni essere umano è diretto a raggiungere sempre più in profondità ciò che egli è, perchè il suo cammino è lo scopo di Dio. Non c'è altro scopo, nessun'altra direzione all'infuori di questa.
In questo senso, fare non serve a nulla, perchè non è a partire dal fare che tale viaggio verrà compiuto.
Crescita Personale
di Giulio Achilli

Vai alla pagina ufficiale dell'opera

Lo sviluppo cosciente e deliberato di un Ponte interiore verso stati di Coscienza superiori
Il termine Crescita Personale ha in questo contesto un significato ben preciso: lo sviluppo cosciente e deliberato di un Ponte interiore verso stati di Coscienza superiori. Questo processo coincide con ciò che tutte le tradizioni esoteriche radicate nella Verità chiamano creazione e sviluppo di un'Anima: la creazione e lo sviluppo di una sottile Quintessenza interiore che possa mantenere la Coscienza di Sè alla dissoluzione del corpo fisico, e si ponga in cosciente e deliberato accordo con la sua propria evoluzione.